Quotidiani locali

tirreno 140

Un racconto di Bugiani e il sound della Filarmonica

Un talk show pieno di sorprese, fatto di parole, di emozioni, ma anche di immagini, di musica e di teatro

GROSSETO. Un talk show pieno di sorprese, fatto di parole, di emozioni, ma anche di immagini, di musica e di teatro.

Non solo Andrea Camilleri, tra i “video - ospiti” eccellenti di stasera alla Cava. Testimonial dei vent’anni della Locanda La Luna di Tirli sarà infatti un mito dello sport conosciuto in tutto il mondo: il grande Alex Zanardi, pilota di Formula 1 e pluricampione paralimpico che ancora continua a mietere successi. Cittadino onorario di Castiglione e grande amico di Emilio Signori, Zanardi ha registrato un videomessaggio di auguri per La Luna e per tutti i festeggiati.

leggi anche:

Alla musica penseranno la Filarmonica di Roccatederighi, che sottolineerà i momenti clou della serata con tre brani dal vivo; e il Coro di Santa Barbara, che farà ascoltare l’incisione di un suo canto molto speciale.

Una foto storica della Filarmonica...
Una foto storica della Filarmonica "Giuseppe Verdi" di Roccatederighi


Il teatro, invece, lo portano il Festival Toscana delle Culture e Elena Guerrini.

Toscana delle Culture, con la direzione artistica di Giorgio Zorcù, per due decenni ha portato sull’Amiata teatro, danza e musica di altissimo livello, con personaggi straordinari. Un’esperienza che ha fatto la storia dei festival in Toscana e nell’Italia intera. Quest’anno avrebbe potuto celebrare la sua 25ª edizione, ma come in molte altre parti d’Italia e di Toscana i soldi per i bei festival non ci sono più.

leggi anche:



Quello che si festeggia stasera è dunque una sorta di “non compleanno”. Ed è una festa gioiosa, che vuole immaginarsi come una “passaggio di continuità” tra passato e futuro, quando Toscana delle Culture tornerà.

Per l’occasione Zorcù ha scelto di presentarsi attraverso un monologo particolare: “Accomodatore di ombrelli”, del grande Arrigo Bugiani.

Arrigo Bugiani
Arrigo Bugiani

Lo leggerà l’attrice Sara Donzelli e sarà un doppio omaggio: a Bugiani, nato a Grosseto e poi tornitore all’Ilva di Follonica, scrittore e intellettuale di grandissimo valore di cui ricorre tra l’altro il 120º anniversario della nascita; ma anche un omaggio al lavoro, e dunque a tutti i festeggiati di stasera, perché di lavoro, in modo lieve e profondo, parla Bugiani in questo racconto.

Sara Donzelli aprirà la serata, alle 20,45, il compito di chiuderla spetterà ad Elena Guerrini: l’attrice, regista e direttrice artistica mancianese, per molti anni colonna della compagnia di Pippo Delbono, riporta alla Cava – con una pillola di pochi minuti – “Orti Insorti”: proprio qui infatti, nelgiardino incantato di Roselle, nel 2007 debuttò questo piccolo spettacolo dal cuore e dall’accento maremmani. “Orti Insorti” compie dieci anni e continua a girare il mondo, raccontando la saggezza di un nonno contadino che “piantava semi e contava gli alberi”. Come detta l’anima di questo territorio.
 

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro