Quotidiani locali

Fiamme a Capalbio: evacuati due campeggi e il bagno dei vip - Video

Incendio tra Toscana e Lazio. Rallentamenti sull'Aurelia e alla circolazione dei treni. Fiamme anche a Marina di Grosseto e in molte parti della Toscana

Capalbio, l'incendio in lontananza visto dai bagnanti Una grande colonna di fumo, in lontananza, si spinge fino al mare. E' il prodotto di un incendio divampato tra Pescia Romana e Capalbio, come scrive su Twitter l'autore di questo filmatoVideo Twitter / Domenico De Martinis

CAPALBIO. Non c'è tregua per la Maremma, divorata dal fuoco. Dopo le settimane da incubo vissute tra Grosseto e Castiglione della Pescaia ora le fiamme si sono spostate a sud. L'allarme è tutto su Capalbio, tra incendi ed evacuazioni. Ripercussioni anche sui trasporti: forti rallentamenti a causa del fumo sull'Aurelia (che - precisano le forze dell'ordine - non è mai stata chiusa) e stop alla circolazione dei treni, riattivata alle 16,30. All'altezza dello Scalo è rimasto a lungo fermo un treno con 700 persone.

VIDEO. Il racconto dall'Ultima Spiaggia

Incendio a Capalbio, dall'Ultima Spiaggia: "Abbiamo gestito il panico" Massimiliano Francavilla, responsabile parcheggi dello stabilimento balneare Ultima Spiaggi, ci racconta la paura per il fuoco che ha costretto a far evacuare il famoso bagno

CAPALBIO TRA LE FIAMME

È divampato nella tarda mattinata di domenica 16 un violento rogo che ha minacciato il campeggio "Capalbio", nel comune di Capalbio. La struttura, a scopo precauzionale, è stata fatta evacuare. Il fuoco ha bruciato tutta la dorsale del Fosso del Chiarone dalla parte del Lazio fino alla Graticciaia. Evacuati il campeggio "Costa Selvaggia" a Pescia Romana e la spiaggia della Dogana, il cui stabilimento balneare si è salvato proprio grazie al letto del fiume, l'unico avamposto fra ombrelloni e fiamme. 

Il personale dei vigili del fuoco ha lavorato da terra per evitare che le fiamme raggiungessero il campeggio e gli stabilimenti balneari che si trovano in quella zona, compreso l'Ultima spiaggia, lo stabilimento balneare dei vip, salvato anch'esso dal canale.

Le fiamme divorano la duna del Bagno La Dogana Capalbio: le acque del canale del Chiarone salvano lo stabilimento balneare, ma la duna va in fiamme (video di Giovanna Mezzana)

Le fiamme hanno distrutto solo la macchia mediterranea. Le operazioni di spegnimento sono state rese difficoltose dal forte vento che stava soffiando in quella zona e sul resto della Maremma. "In questa terribile giornata di incendi - afferma il sindaco di Capalbio, Luigi Bellumori - ringrazio tutte le forze che hanno permesso l'evacuazione in poche decine di minuti del campeggio "Capalbio" e dello stabilimento balneare "La Dogana" con apprensione ma senza intoppi: i carabinieri di Capalbio e di Orbetello, i vigili del fuoco di Orbetello, Grosseto e Gradoli, i nostri volontari della Racchetta, la protezione civile di Montalto, i vigili di Capalbio e Montalto, il personale degli elicotteri della Regione Toscana e di Roma, le capitanerie di porto, la polizia stradale, la Croce rossa di Capalbio, il personale dell'Ultima spiaggia, del campeggio Chiarone, di Sacra e della Dogana".

Capalbio, l'incendio sfiora la ferrovia: le immagini dal treno Le fiamme, in parte spente grazie all'intervento di un elicottero, sono arrivate a lambire la ferrovia poco prima della stazione di Chiarone, la più vicina alle spiaggie di Capalbio. Sulla linea ferroviaria Tirrenica il transito dei treni è stato fermato dalle 12.10 fino alle 13.50 quando è ripresa la circolazione su un solo binario.video di Paolo Fedeli

"Per l'assistenza ai 700 passeggeri dell'Intercity fermato a Capalbio Scalo - prosegue Bellumori - ringrazio i volontari della Croce Rossa, i carabinieri di Capalbio, i dipendenti comunali e il mio vice sindaco. Ferite che nessuno vorrebbe mai curare e che sono troppo troppo frequenti, che con il fuoco e il fumo portano via molta della serenità oltreché della bellezza dei nostri luoghi. Abbraccio idealmente condividendone ora più che mai il profondo dolore l'amico sindaco Giancarlo Farnetani", primo cittadino di Castiglione della Pescaia, colpito nei giorni scorsi da più roghi. 

VIDEO. L'incendio sfiora la ferrovia

FIAMME ANCHE A MARINA DI GROSSETO

Sta lambendo le case l'incendio scoppiato intorno alle 19 di domenica 16 luglio a Marina di Grosseto, in via dei Platani. Minuti di angoscia nella frazione e sulla spiaggia, da dove si vede un'altissima colonna del fumo

NEL RESTO DELLA TOSCANA

Un vasto incendio sta colpendo anche l'Isola d'Elba , in particolare modo le fiamme sono vicine all'abitato di San Piero. Incendi anche nel Pisano , in particolar modo nell'abitato di Santa Maria a Monte dove il fuoco lambisce le case. Si registrano roghi in provincia di Pistoia . Incendi anche nel Senese e in provincia di Arezzo.

VIDEO. Le impressionanti immagini da Santa Maria a Monte

Incendio a Santa Maria a Monte: le fiamme vicino alle case Le impressionanti immagini delle fiamme a Santa Maria a Monte (video di Nilo Di Modica) - L'ARTICOLO

VIDEO. Le fiamme all'Elba

Fiamme all'Elba, il fuoco minaccia gli edifici Incendio all'Elba nella di zona San Piero, a Marina di Campo. Nel video di Alessandro Beneforti turisti e residenti cercano di tenere le fiamme lontane dagli edifici: alcune case sono state fatte evacuare. Sul posto anche due elicotteri - L'ARTICOLO

VIDEO. Così a Tobbiana (Pistoia)

Particolare preoccupazione, con il passare delle ore, per l'incendio scoppiato fra le province di Pistoia e Prato, nel comune di Montale, sopra Tobbiana, dove è intervenuto anche un Canadair. La situazione viene descritta come "molto critica". GLI AGGIORNAMENTI

Tobbiana, l'incendio nel video di una lettrice A fuoco i boschi di Tobbiana, minacciate alcune abitazioni: ecco l'incendio nel video inviato da Lisa Guazzini - L'ARTICOLO

E a proposito di incendi, a Torre del Lago uno storico ristorante è andato completamente distrutto.

VIDEO. Torre del Lago: il ristorante distrutto

Torre del Lago, incendio al ristorante Europa Vigili del fuoco impegnati nell'incendio che è divampato nel ristorante Europa (video di Matteo Tuccini) - L'ARTICOLO

IL PRESIDENTE ROSSI ATTACCA LE ALTRE REGIONI: "CI SONO INADEMPIENZE"

"Grazie a tutti coloro che in queste ore di emergenza sono impegnati sul fronte degli incendi con grande spirito di sacrificio, dedizione e capacità. Se i cittadini avessero potuto vedere il lavoro svolto da queste persone avrebbero avuto motivo di orgoglio per essere cittadini della Toscana e dell'Italia". Lo ha detto il presidente della Regione Enrico Rossi, commentando una giornata molto difficile per i tanti roghi. "Il sistema degli antincendi boschivi della Regione - ha aggiunto Rossi - ha dimostrato di funzionare, ma può essere migliorato ancora di più lavorando su tre linee: costruire un piano di prevenzione forestale pluriennale e combinando il lavoro già fatto con l'allestimento di sentieri frangifuoco; continuare con la formazione a migliorare la preparazione già alta del personale e dei volontari; aumentare nella cittadinanza la consapevolezza e la responsabilità dei rischi derivanti da comportamenti sbagliati".
 
VIDEO: L'elicottero della Regione in azione all'Elba
 
L'elicottero in azione sotto San Piero in Campo Campo nell'Elba: lo spegnimento dell'incendio scoppiato subito sotto il borgo dell'Elba occidentale
 
"Tuttavia - ha aggiunto Rossi - l'impegno non può essere solo della Regione. Il passaggio della Forestale ai Carabinieri ha sottratto mezzi e forze altamente qualificate alla prevenzione antincendi. Inoltre, la denuncia dei sindacati, Cgil in particolare, di carenza di organico dei Vigili del Fuoco e di vetustà dei mezzi, aerei e terrestri, richiede un impegno di investimenti da parte del Governo per garantire la sicurezza delle abitazioni e l'incolumità delle persone".
 
"La Toscana - ha continuato Rossi - ha una dotazione di mezzi aerei sufficienti, avendo a disposizione 11 elicotteri. Credo sia venuto il momento di sapere quali Regioni non si sono adeguatamente dotate del loro sistema aereo antincendio, come ad esempio la Regione Sicilia. Ma quante altre sono nella stessa situazione? Vogliamo saperlo, perché la Regione Toscana ha fatto il suo dovere, ma non può vedersi negare mezzi aerei in momenti di emergenza perché impegnati dalla protezione civile nazionale in altre regioni che invece sono inadempienti. Una volta fatta la verifica delle Regioni inadempienti, si dovrà ordinare loro di mettersi in regola e allo stesso tempo si dovrà dotare adeguatamente la protezione civile nazionale perché non debba lesinare i mezzi in momenti di necessità". "Nelle prossime settimane - ha concluso Rossi - scriveremo alla presidenza del Consiglio, ai ministeri interessati e ai presidenti delle altre Regioni per fare un punto a livello nazionale e trovare le soluzioni pi confacenti. Non è possibile che l'Italia vada a fuoco e non sia attrezzata adeguatamente per far fronte alla siccità e ai suoi effetti più devastanti, come appunto gli incendi".

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri