Quotidiani locali

caffè tirreno

Un’idea per via Senese: il rondò anticode

All’incrocio con via Andorra, potrebbe risolvere molti problemi: ecco il progetto del geometra Vinicio Zanchi

GROSSETO. C’è una strada di Grosseto dove ritrovarsi in coda, nelle ore di punta, non è un rischio ma una certezza. È via Senese, nel tratto urbano tra piazza Volturno e l’ospedale. Qui da sempre – di prima mattina, in tarda mattinata e nel tardo pomeriggio, il traffico si blocca. Perché? Perché tutti coloro che devono raggiungere in automobile la zona nordovest della città sono costretti a svoltare a sinistra in via Andorra, subito prima dell’ospedale, per imboccare viale Europa. Per svoltare devono fermarsi a uno stop e attendere il passaggio delle auto che provengono da Siena. Così, nonostante il piccolo slargo, inevitabilmente si crea una lunga fila che a volte arriva fino proprio alla rotonda di piazza Volturno.

Un disagio e anche un problema serio, basti pensare agli scooter che sorpassano la coda sulla sinistra nella strettissima via Senese, ma soprattutto alle difficoltà che possono incontrare le ambulanze proprio nella strada che va e viene dall’ospedale.

Si può fare qualcosa? Vinicio Zanchi, per 35 anni geometra all’ufficio lavori pubblici del Comune e oggi in pensione, un’idea ce l’ha. Anzi, molto più di un’idea: un vero e proprio progetto, con tanto di planimetrie e cartine, che Zanchi tra il gennaio 2012 e il novembre 2016 ha consegnato – con tanto di raccomandata – a due amministrazioni comunali differenti.

L’idea è semplice: una rotatoria proprio all’incrocio tra via Senese e via Andorra, con quest’ultima trasformata a doppio senso di circolazione; con la possibilità cioè per chi arriva da viale Europa di immettersi su via Senese, cosa che potrebbe anche consentire di decongestionare le code che – nelle stesse ore – si creano in viale Unione Sovietica, oggi unico collegamento tra la parte ovest e la parte nord est della città.

Il progetto del geometra Zanchi, almeno sulla carta, appare semplice e convincente. Lo spazio per la rotonda c’è tutto (area ex Diversivo), peraltro assai più ampio di quello disponibile per altre rotonde ipotizzate in zona, come quella tra via Emilia e via Senese.

Nel 2012 e nel 2013 la precedente amministrazione, spiega Zanchi, non la prese neppure in considerazione. Stavolta alla sua raccomandata ha fatto seguito una nota della polizia municipale, che informa Zanchi come la sua proposta sia stata inserita nel

Piano generale del traffico urbano come “intervento strategico”. Peraltro nel programma elettorale del neosindaco Vivarelli Colonna la rotatoria tra via Andorra e via Senese è tra i primi punti della “città efficiente”. Insomma, l’idea di farla c’è. Ma quando? All’amministrazione la risposta.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri