Quotidiani locali

Macché Limousine, ti sposo col carroattrezzi

Michele, titolare di una ditta, soccorse Elena che aveva avuto un incidente Fu amore a prima vista. E oggi i due andranno a dire “sì” col mezzo... galeotto

GROSSETO. C'è la coppia che vuole sentirsi vip per un giorno e affitta la limousine, quella più tradizionalista che punta invece sulla carrozza trainata dai cavalli e la coppia sportiva che opta per una rombante due ruote. Ma finora nessuno aveva mai scelto di andare al proprio matrimonio... a bordo di un carroattrezzi.

Una scelta d’amore, quella di Michele Marzocchi, 28 annni di Grosseto, e di Elena Colombini, 29 anni di Paganico, che va ben oltre l’attività professionale dello sposo, titolare della nota ditta di soccorso stradale Pronto Marzocchi con sede in via Smeraldo a Grosseto. Michele è un giovane che sui carroattrezzi ci è letteralmente cresciuto: prima di lui il titolare della ditta era il babbo Roberto che rimase vittima alcuni anni fa (era la notte dell’Epifania del 2010) di una gravissima aggressione a seguito della quale è rimasto invalido. Proprio dopo quei fatti drammatici raccontati anche dalle cronache del Tirreno Michele ha preso le redini della ditta dal babbo facendo del soccorso stradale il suo lavoro a tempo pieno. Ma non è solo questo il motivo della sua scelta così poco canonica.

«Ho conosciuto Elena nel 2010 – racconta Michele – perché ebbe un incidente stradale. Lei non si fece nulla per fortuna ma servì l’intervento del carroattrezzi per portare via l’auto». A guidare il mezzo era proprio Michele. Insomma, parafrasando Dante, “galeotto fu il carroattrezzi”.

A quel primo incontro in una circostanza non certo fortunata segue un appuntamento per un caffè per conoscersi meglio. Da quel momento Elena e Michele non si sono più lasciati fino alla decisione di convolare a nozze con rito civile. «Domattina (stamani) ci sposiamo in Comune», dice emozionato Michele. «Ho chiesto che fosse l’assessore Fausto Turbanti a celebrare il rito. Ho voluto lui non solo perché lo conosco ma anche perché ha tra le sue deleghe quella alla Polizia municipale con cui per lavoro mi trovo a collaborare tutti i giorni».

Data la concomitanza della manifestazione Primavera per la vita in programma oggi e domani tra piazza Duomo e piazza Dante, il carroattrezzi non potrà arrivare sotto il municipio come avrebbe sognato Michele ma sosterà di fronte all’hotel Bastiani in piazza Gioberti per tutta la durata della cerimonia. «Ringrazio la Municipale che ha fatto di tutto per potermi accontentare in questo mio sogno», dice Michele. «Hanno studiato possibili alternative ma la manifestazione in piazza non consente di fare altrimenti».

In vista delle nozze Michele ha fatto riverniciare e tirare a lucido il carroattrezzi e ieri sera, al termine di una normale giornata di lavoro tra interventi sulla strada e in officina, lo

ha addobbato di tutto punto. «Arriverò da solo col mezzo entrando da Porta Corsica – dice – e dopo la cerimonia e le foto di rito con lo stesso carroattrezzi porterò Elena, che a quel punto sarà finalmente mia moglie, al banchetto nuziale organizzato alla Tenuta dell’Uccellina al Collecchio».

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore