Quotidiani locali

Ospedali e investimenti, i numeri

Un anno fa prendeva forma l’azienda d’area vasta. «Ecco risultati e progetti»

GROSSETO. Un anno fa, tra mille perplessità, nasceva l’Aslona Sud Est. Ieri i vertici dell’azienda hanno tracciato un bilancio dei risultati ottenuti, dei numeri delle attività, dei programmi per il 2017 per la provincia di Grosseto.

Il direttore generale Enrico Desideri ha aperto la conferenza stampa - che si è svolta al terzo piano di Villa Pizzetti - ponendo l’accento sulle “cose” che funzionano e su quelle individuate per gli investimenti. «Abbiamo lavorato sulle reti cliniche integrate, grazie alla collaborazione degli operatori e delle tecnologie, così da garantire la qualità e anche il miglioramento dell’assistenza. Ora abbiamo davanti nuove sfide. La prima, la più importante, riguarda i tempi di attesa. Ci stiamo lavorando attraverso il sistema “dovesiprescrivesiprenota”, introducendo l’accesso per classi di priorità. Altro capitolo l’innovazione: tecnologica, farmacologica e organizzativa. Saranno questi i punti cardine da sviluppare nel 2017». Nelle strutture sanitarie della provincia di Grosseto il totale degli investimenti, per il triennio 2016-2018, supera gli 81 milioni di euro, 68 dei quali per la zona grossetana. Si tratta di interventi in corso di realizzazione, in particolare la nuova ala dell’ospedale Misericordia e il centro per i disturbi del comportamento alimentare a Casa Mora, nel comune di Castiglione della Pescaia.

Investimenti in periferia. Per la zona amiatina gli investimenti superano i tre milioni di euro; soldi destinati all’ampliamento del pronto soccorso di Casteldelpiano e del distretto di Roccalbegna; inoltre sono state realizzate le elisuperfici di Cinigiano e Roccalbegna e installata la risonanza magnetica e il mammografo digitale all’ospedale di Casteldelpiano. Per le Colline dell’Albegna, il piano di investimenti prevede due milioni di euro per l’adeguamento e la manutenzione degli ospedali di Orbetello e Pitigliano, oltre alla realizzazione della Casa della Salute di Orbetello. Sulle Colline Metallifere gli investimenti, in parte realizzati e in parte in corso, superano gli otto milioni di euro. Riguardano la ristrutturazione dell’ospedale di Massa Marittima, il distretto di Follonica e l’elisuperficie di Montieri. Infine una parte consistente degli investimenti è dedicata alle nuove tecnologie informatiche, per potenziare la telemedicina e la rete tra ospedali, ma anche per migliorare il telemonitoraggio dei pazienti a domicilio.

Cifre. I numeri delle attività sanitarie in provincia di Grosseto li ha illustrati il direttore sanitario Simona Dei. «Abbiamo consolidato la rete tra ospedali - ha esordito il ds - grazie alla disponibilità del personale sanitario e al supporto delle nuove tecnologie. Abbiamo espletato i concorsi per tre direttori di unità operativa complessa del Misericordia (ginecologia e ostetricia, anestesia e rianimazione e fisica sanitaria) e a breve completeremo il quadro con l’ortopedia e il Laboratorio di analisi chimico fisiche». Interessanti i dati sui volumi di attività del 2016. I pronto soccorso dei cinque ospedali provinciali hanno registrato oltre 120mila accessi: Grosseto 68.101, Orbetello 24.929, Massa Marittima 13.800, Casteldelpiano 7.956, Pitigliano 5.447. Poco meno di 27 mila sono state invece le emergenze gestite dalla centrale del 118. Sono stati, inoltre, effettuati circa 27 mila interventi chirurgici, mentre le prestazioni specialistiche ambulatoriali sono state 900 mila. Per quanto riguarda l’assistenza domiciliare, in provincia di Grosseto, sono state circa 6 mila le persone assistite, per prestazioni di natura medica, specialistica, infermieristica, fisioterapia, assistenza alla persona.

Gli ospedali. «Il sistema ospedaliero ha tenuto bene - ha detto il direttore della Rete ospedaliera, Daniela Matarrese - anche in questo momento difficile dove si registra il picco influenzale. Sulla nuova visione della rete ospedaliera, vorrei ricordare che

a Grosseto abbiamo istituito la medicina e la chirurgia d’urgenza, che operative a breve, con la nomina dei responsabili. Abbiamo attivato un ambulatorio di reumatologia a Casteldelpiano, mentre l’ambulatorio per le malattie della tiroide sarà presto operativo anche a Grosseto». (g.b.)

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro