Quotidiani locali

Incendio nell'impianto di rifiuti, scatta l'ordinanza: "Tenete le finestre chiuse"

Paura nel comune di Sorano al confine con il Lazio: divieto di mangiare frutta e verdura raccolte nei campi

SORANO. Obbligo di tenere le finestre chiuse e divieto di consumare frutta e verdura raccolte in campagna. E’ scattata ieri nel comune di Sorano l’ordinanza della sindaca Carla Benocci a seguito dell’incendio che, il giorno precedente, 3 settembre, si è verificato nell’impianto di gestione rifiuti Cite che si trova nel Comune di Onano in località La Banditella, nel Lazio.

L’impianto si trova vicino al confine con il comune di Sorano e i fumi dell’incendio si sono propagati nelle zone adiacenti.

La combustione non è ancora ferma e continua a svilupparsi una consistente quantità di fumo e polveri, presumibilmente di particelle potenzialmente nocive per la salute umana. Sentito il responsabile del settore igiene ambientale della ex Ausl 9 e in attesa dei risultati di un più approfondito sopralluogo dei tecnici dello stesso settore, attualmente in corso, la sindaca ha ritenuto opportuno adottare misure cautelative per tutelare la salute pubblica.

L’ordinanza si rivolge a tutti gli abitanti in una zona di 3,5 chilometri dal luogo dell’incendio. Per loro è d’obbligo tenere chiuse le finestre delle abitazioni rurali e usare particolari precauzioni per le persone anziane con problemi respiratori e per le donne in stato di gravidanza.

È inoltre vietato consumare frutta e verdura raccolte nelle aree che

si trovano in prossimità dell’incendio o che potrebbero essere interessate dalla ricaduta di sostanze potenzialmente nocive se non preventivamente sottoposte a un accurato lavaggio.

L’ordinanza rimane in vigore finché non sarà comunicata la fine dell’emergenza.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro