Quotidiani locali

castel del piano

La casa di riposo si ingrandisce

Progetto di quasi 1 milione di euro per 650 metri quadrati in più

CASTEL DEL PIANO. L’Azienda pubblica di servizi alla persona “Vegni” di Castel del Piano sarà ampliata con un progetto che vale 950.000 euro. Ne dà l’annuncio il presidente della struttura Giovanni Spinetti che si mostra assai soddisfatto dell’iniziativa che metterà in campo lavori per circa 950.000 euro di cui 250.000 euro finanziati a fondo perduto dalla Regione Toscana. Soddisfazione anche dell’assessore comunale Romelia Pitardi.

Dopo il precedente ampliamento del 2009-2010, dunque, la casa di riposo Vegni già aveva inserito nella relazione al bilancio di previsione 2015, la necessità di allargarsi ancora. Oggi quel progetto sta per diventare realtà.

«Gli spazi di animazione – spiega Spinetti – saranno raddoppiati e così la palestra che arriverà a 50 metri quadrati. Nuove dimensioni anche per l’infermeria».

Ma quel che molto preme al presidente è che con questi nuovi 650 metri quadrati, saranno eliminate le camere a tre posti. «Le trasformeremo – dice – in ambienti da due posti o singole e saranno posizionate al primo piano».

Altra novità, la creazione di uno spazio per un centro diurno che potrà ospitare dieci persone. Nel seminterrato, invece, sarà trasferita la lavanderia che oggi si trova nel centro artigianale delle Cellane e vi sarà posto pure per un’infermeria e per ulteriori spazi per sporzionare i pasti.

«L’obiettivo è rendere gli spazi esistenti più confortevoli e crearne di nuovi per garantire servizi impeccabili agli ospiti», spiega il presidente.

Romelia Pitardi che segue l’iniziativa per conto del Comune commenta: «Due i punti qualificanti di questo progetto: arricchire gli spazi comuni per favorire l’aggregazione fra gli ospiti e creare un centro diurno che sarà un grande sollievo per le famiglie. E forse potremmo pensare anche a individuarlo come luogo di aggregazione per soggetti particolari, come i malati di Alzheimer o demenza

senile. Vedremo in futuro. E anche la trasformazione delle camere da tre a due o un solo letto arrivano ad hoc, perché potrebbero permetterci di aumentare i posti convenzionati che oggi sono 48, per la non autosufficienza».

I lavori del Vegni cominceranno in estate. (f.b.)

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro