Quotidiani locali

appello di papini

«Biomasse, siano consentiti soltanto piccoli impianti»

ROCCASTRADA. «Chiediamo di adoperarsi per: il ritiro del decreto ministeriale 6 luglio 2012; legiferare per permettere la costruzione di tali impianti solo di piccole dimensioni di norma a servizio...

ROCCASTRADA. «Chiediamo di adoperarsi per: il ritiro del decreto ministeriale 6 luglio 2012; legiferare per permettere la costruzione di tali impianti solo di piccole dimensioni di norma a servizio di aziende agricolo-forestali, con l'obbligo di mettere a dimora piante a rapida crescita (salice, pioppo ecc.); creare le condizioni per realizzare pratiche di buon vicinato, per eliminare l'abbruciamento di vegetali residui in piena e libera aria».

È riassunta in questi tre capisaldi l’istanza che Canzio Papini, a nome del gruppo consiliare al Comune di Roccastrada Il Comune di Tutti, ha rivolto al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, al sindaco del Comune di Roccastrada, Francesco Limatola, e ad Anci Toscana.

Papini richiama l’attenzione sull'«esplosivo fenomeno di insediamenti sul territorio regionale e oltre, di impianti alimentati a biomasse per la produzione di energia elettrica». Il consigliere non è convinto da tali impianti e reclama «la necessità di riduzione del Co2 in atmosfera con l'abbattimento di centinaia di ettari di bosco, se pur ceduo, richiesto da ciascun impianto da 5 Mw (caso Roccastrada Gessi e altri); considerata la funzione strategica, oltre che biologica, del bosco su questo fronte». Secondo Papini vi sarebbe anche «l'impossibilità di garantire un costante rifornimento di legname integro da bosco, nel periodo naturale del ciclo di vita, a ciascun impianto previsto ad oggi sul territorio delle province di Grosseto, Siena e Livorno (qualche decina)» e dunque risulterebbe «evidente la necessità di ricorrere, per alimentarli, al conferimento

di Rsu e assimilati che nulla hanno di biomasse. Tali impianti a nostro avviso assurgono di fatto a funzioni proprie di smaltitori di Rsu, in aperto conflitto con quanto promosso dal Pit Toscana e dai programmi comunitari con indubbie ripercussioni negative su tutta la catena alimentare».

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro