Quotidiani locali

«È una pura scelta tecnica: quei soldi proprio non ci sono»

SCANSANO. Il primo cittadino di Scansano con delega al sociale Sabrina Cavezzini pubblica sulla pagina Facebook del Comune la lettera di risposta alla richiesta di Pietro Scarinci (presidente dell’Aus...

SCANSANO. Il primo cittadino di Scansano con delega al sociale Sabrina Cavezzini pubblica sulla pagina Facebook del Comune la lettera di risposta alla richiesta di Pietro Scarinci (presidente dell’Auser di Scansano). Un no chiaro e motivato. «E’ tutto molto più semplice di quanto si voglia far credere. L’amministrazione è sempre stata al fianco dell’Auser, al punto che abbiamo previsto per l’associazione anche una nuova sede in un edificio che stiamo ristrutturando. Non solo. Alcuni membri della giunta si sono personalmente adoperati perché ci fosse una risposta da parte di privati alla richiesta di contributo per l’acquisto della vettura per disabili. Non si tratta di cattiva volontà, o peggio di un’antipatia personale verso Scarinci. I soldi proprio non ci sono. In questo scenario di crisi generale, che ci impone di effettuare tagli dolorosi. L’iniziativa dell’Auser, lodevole, non ha potuto essere finanziata. E nessuno, sia chiaro, ha mai preso impegni di questo tipo. Infine ribadisco che soprattutto la cultura ha ricevuto dei tagli e che non è vero che questi soldi sono stati sottratti all’auto dei disabili per destinarli a pranzi o spettacoli. Si tratta di un’invenzione assoluta. Che poi una parte dell’opposizione

ci possa speculare, purtroppo, sta nel gioco delle parti. Io non l’avrei fatto». La Cavezzini precisa infine che il diniego all’Auser è una scelta di bilancio, tecnica, che non aveva alcun senso portare in consiglio comunale. «Anch’io avrei votato per dargli i soldi, ma non ci sono».

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro