Quotidiani locali

Contributo negato, l’Auser attacca

Scarinci: «Il Comune non ci dà i tremila euro promessi per l’auto per i disabili»

«Il Comune di Scansano ha negato all’Auser un contributo di tremila euro per l’acquisto di un’auto attrezzata per il trasporto dei disabili». Pietro Scarinci, presidente dell'associazione di volontariato e promozione sociale di Scansano, al telefono, racconta cosa è successo. Nelle sue parole c’è più rammarico che polemica.

«Ci interessiamo da tempo al trasporto e accompagnamento di anziani (e non) su tutto il territorio comunale, comprese le frazioni, in collaborazione con il Coeso per i casi particolari. Purtroppo non siamo dotati di un mezzo attrezzato per il trasporto di disabili in carrozzina, né esiste una vettura privata con queste caratteristiche nel comprensorio di Scansano. Ecco perché abbiamo programmato di acquistarla». Scarinci racconta che quasi tutte le aziende private locali a cui l’Auser si è rivolta hanno generosamente aderito. «Non solo. La banca ci rateizza una cifra considerevole ma le somme accantonate ancora non bastano. In un primo colloquio con il sindaco, mesi fa – prosegue il presidente dell’Auser – ci fu dimostrata approvazione per il progetto e una risposta probabilmente positiva. Così inoltrai la domanda al protocollo del Comune di Scansano come da indicazioni ricevute, chiedendo un contributo di tremila euro. La risposta, però, fu una vera e propria doccia fredda. La trovai disarmante: quegli stessi soldi sarebbero stati destinati ad altro, in particolare al pranzo sociale degli anziani. Ovviamente chiesi subito il cambio di destinazione della somma, per una giusta causa, mi pareva una bestemmia anche solo paragonare le due cose, e soprattutto, visto che noi dell’Auser avevamo protocollato una richiesta, chiesi al primo cittadino una risposta scritta, ufficiale. E qui cambiò di nuovo la versione: veniva tagliato il pranzo per mancanza di fondi. Ovviamente i fondi, invece, si trovano, e molti di più, per finanziare la cultura, eventi della durata di poche ore».

Poi Scarinci va oltre: «Spesso alla nostra associazione, da parte di questa amministrazione, viene anche rinfacciato il contributo che il Comune, come tutti gli altri comuni aderenti, versa al Coeso per i servizi sociali. Si dimentica che in altri territori, oltre al contributo al Coeso, si fornisce alle associazioni Auser una vettura a carico del Comune e che gli amministratori, un giorno sì e quell’altro anche, ringraziano le associazioni e i volontari che gratuitamente prestano il loro servizio con professionalità e impegno. A Scansano, invece, sembra che il favore l’amministrazione lo faccia a noi personalmente, mentre svolgiamo funzioni che altrimenti costerebbero molto di più».

«Dispiace – conclude il presidente dell’Auser – arrivare allo scontro frontale ma ho dovuto rivolgermi alla minoranza, perché si sta per approvare il bilancio e noi al momento siamo esclusi».

Francesco Tenucci, leader dell’opposizione in consiglio, raccoglie l’assist. «In primo luogo una simile richiesta non è mai stata portata in consiglio comunale, giacché immagino che qualunque persona, ancor prima che amministratore, si sarebbe vergognato di votare contro tale proposta; sicché si è preferito risolvere il problema non presentandolo affatto all’attenzione dei consiglieri, com’è uso di questa giunta per tutte le principali decisioni di governo. Si sono assunti così la responsabilità di aver respinto una domanda che era a dir poco doveroso accogliere. In secondo luogo, ricordo che poche settimane fa, la stessa giunta è stata costretta a corrispondere 130.000 euro di risarcimento a un cittadino di Scansano, difeso dall’avvocato Antichi, in seguito a una

sentenza di condanna al termine di una causa nella quale il nostro Comune non si era nemmeno presentato per tentare di difendersi. Ovvio che, se si tutelano così i fondi pubblici, ne soffrano le sacrosante esigenze della popolazione. Ivi compresi, purtroppo, i disabili».

Gabriele Baldanzi

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro