Quotidiani locali

Una bike box e l’aria in città sarà più pulita

Un campione di cittadini si sposterà per due mesi sulle due ruote. Alla fine si saprà il risparmio di Co2

GROSSETO. Cambiare stile di vita e incentivare l’uso della bici per gli spostamenti quotidiani premiando i cittadini più virtuosi. È in arrivo anche a Grosseto il primo test pilota di questo genere basato sull’impiego della bike box, una scatola nera che registra tutti gli spostamenti ma applicata in questo caso alla due ruote.

L’esperimento grossetano ha come modello la piattaforma nazionale “Città in bici” nata per promuovere l’uso della bici. A spiegarci in cosa consiste è Oriana Natali di Dritti alla mèta che coordina il test pilota della bike box nel capoluogo maremmano.

«Il 7 e l’8 marzo – spiega Oriana – noi di Dritti alla mèta abbiamo partecipato alla kermesse di Cerveteri “Italia in Comune” dove i sindaci dei Comuni più virtuosi provenienti da ogni parte d’Italia hanno condiviso le loro buone pratiche. In particolare ci ha colpito il progetto “Program bike control” che incentiva l’utilizzo della bici riconoscendo piccoli premi e facilitazioni a chi utilizza di più la bicicletta e prevede anche una piattaforma virtuale dove convergono i dati raccolti dalle bici e dove i chilometri percorsi vengono trasformati in chilogrammi di Co2 non emessa in atmosfera proprio grazie all’impiego delle due ruote».

È quanto succederà anche a Grosseto a dieci cittadini che parteciperanno al test dal 15 aprile al 15 giugno. «È stata aperta una sezione dedicata a Grosseto nel portale www.cittainbici.org – spiega Oriana Natali – Noi di Dritti alla mèta garantiremo un infopoint ospitato dal Cloe’s Garage di via Pisa 30 gestito da un nostro socio, Riccardo Ciolfi. L’infopoint è un servizio gratuito così come lo sono le dieci bike box montate sulle bici per fare il test, messe a disposizione gratuitamente da Città in bici».

Durante la fase di test ogni settimana il volontario potrà scaricare i dati della sua bike box all’infopoint e controllare come sta andando. Saprà così in tempo reale quanto sta aiutando la sua città ad avere un’aria più sana. Alla fine il test premierà i più virtuosi: il primo classificato con biglietti gratis al The Space Cinema, il secondo con una cena a base di pizza e birra al Ristorante Europa del Tce, il terzo con una colazione (cornetto e cappuccino) al bar Nord Est (da raggiungere rigorosamente in bici).

Tra l’altro non c’è nessuna possibilità di ingannare la bike box usando ad esempio l’auto durante la settimana e rimediando con una lunga pedalata nel weekend. «La bike box – dice Oriana – prevede dei correttivi per impedire questo uso improprio per cui valgono di più gli spostamenti in certe fasce orarie che corrispondono all’impiego della bici per andare a scuola o al lavoro. L’obiettivo è infatti convincere le persone a lasciare l’auto il più possibile in garage e a usare la bici per tutti i normali spostamenti.

«Ringraziamo le tre attività che hanno creduto già in questo primo test pilota – aggiunge Oriana – Una volta a regime questo meccanismo potrebbe far fruttare al ciclista anche buoni spesa o altre agevolazioni. In ogni caso al termine dell’esperimento consegneremo i dati relativi alla Co2 risparmiata all’assessore all’ambiente».

Dritti alla mèta ha coinvolto in questa prova anche Fiab e Uisp e gran parte delle dieci bike box hanno già trovato il loro compagno di avventura. Chi volesse comunque partecipare o sostenere l’esperimento può farlo tramite la pagina Facebook del progetto Grosseto Città in bici.

Il modello a cui si ispira il test pilota pronto a partire in città è quello di Aprilia (Latina)

dove lo scorso anno per la prima volta è stato fatto un esperimento su larga scala per promuovere la mobilità sulle due ruote con uno strumento misurabile come è la bike box. Da quella esperienza è nato il portale Cittàinbici.org che ora arriva anche in Maremma.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro