Quotidiani locali

Spazzino fai da te e sindaco per un giorno

Mario Simoncioli è stato l’anima del “festone” di Monticello Amiata e ha ricevuto la fascia simbolica

CINIGIANO. Da ex direttore di banca a spazzino volontario e, per un giorno, sindaco per acclamazione popolare. I cinigianesi incoronano Mario Simoncioli, concittadino esemplare, già noto alle cronache per la sua generosa iniziativa: raccogliere foglie, spazzare e verniciare, naturalmente a titolo gratuito, aiole e spazi verdi del suo comune.

Simoncioli è stato proclamato “sindaco per un giorno” in un’occasione davvero speciale per cinigiano: i festeggiamenti per il santuario della Madonna di Val di Prata di Monticello Amiata che si sono tenuti a novembre.

Un evento per tutti i cinigianesi. Il “festone” si tiene ogni 25 anni e quest’anno la gente del posto ha davvero fatto le cose in grande. Tutti i monticellesi sono stati impegnati per mesi a organizzare, realizzare e poi vivere lo storico appuntamento. Momenti religiosi ma anche iniziative da sana festa paesana hanno contribuito a far vivere un momento importante a tutta la comunità di Monticello Amiata e a tutte le persone intervenute a questo importante momento di devozione alla Madonna.

Buona parte del grande successo della festa di Val di Prata è dovuto alla grandissima partecipazione dei volontari monticellesi alla preparazione della festa, i quali hanno pulito, spazzato, verniciato, decespugliato, rinforzato staciconate.

Un grande lavoro che ha trasformato il paese di Monticello che ha premiato la grande disponibilità di Simoncioli che ha organizzato un gruppo di uomini e donne e li ha spinti a eseguire lavori necessari per la buona riuscita della festa. Ma non solo.

L’attività di questo intraprendente cittadino è proseguita anche dopo la fine del festone e continua anche adesso. Simoncioli, ex direttore di banca, ogni giorno fa da spazzino, raccoglie foglie della strada, vernicia, taglia l’erba. Manutenzione dell’esistente, insomma e migliorie se occorre.

Di questa grande dedizione al paese gli hanno dato atto una cinquantina di paesani che hanno preparato per lui, domenica 23 novembre, un pranzo a sorpresa al ristorante Il Lucherino di Monticello e con tanto di torta, di poesie e di rime, gli hanno consegnato la fascia tricolore di “sindaco” di Monticello.

«Nessuno pensi – commenta Simoncioli – a mie eventuali ambizioni a diventare sindaco davvero. Spero che il sindaco Romina Sani ci faccia su una bella risata. Io mi impegno a lavorare per il mio borgo. Sono in pensione, mi alzo alle 5 e alle 6 comincio a lavorare. Altri, quando possono, mi danno un mano e sono davvero tanti i volontari. C’è bisogno di braccia? Bene, le nostre sono gratis e facciamo qualcosa di utile. Grazie della fascia, ma la ripongo subito al sicuro per ricordare una giornata deliziosa e in strada, ramazza in mano, non ce l’avrò davvero».

In occasione del festone è stato anche pubblicato un numero speciale dal titolo “Io c’ero” del mensile “…fatti nostri”, redatto dalla Pro loco, che proprio quest’anno festeggia 15 anni. La pubblicazione è stata distribuita a tutti i capifamiglia di Monticello.

Massimo Fabiani, direttore responsabile della rivista, spiega che «l’iniziativa di realizzare un numero speciale dedicato al festone ben si sposa con lo spirito redazionale della nostra rivista. Un numero ricco di foto, documenti e testimonianze. Una raccolta semplice dove i protagonisti sono le persone devote alla Madonna di Val di Prata che con spontaneità raccontano quei giorni. Una sorta di lapide

cartacea, immediata e di facile lettura. E anche l’idea, ampiamente discussa, di distribuire il numero a tutti i capifamiglia di tutte le case del comune credo sia veramente azzeccata».

Per richiederlo alla redazione, telefonare allo 0564 994187 o scrivere a aplc_cinigiano@alice.it.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro