Quotidiani locali

la tragedia

Muore durante una battuta di caccia

Incidente in una zona di divieto a San Martino sul Fiora: la vittima è una guardia venatoria

MANCIANO. Erano andati a fare un'azione di contenimento nella zona di divieto di San Martino sul Fiora quando un colpo di fucile, sparato contro un cinghiale, ha raggiunto la guardia venatoria volontaria che era con una quindicina di cacciatori impegnati nella battuta. La vittima, Isoliero Giuliani, 75 anni è di Pitigliano.

Immediato l'intervento dell'ambulanza del 118 e dell'elisoccorso Pegaso: i sanitari hanno tentato di rianimare l'uomo ma per la guardia venatoria non c'è stato nulla da fare. Il colpo di fucile è stato sparato da un cacciatore che ha ucciso il cinghiale prima che la palla rimbalzasse e colpisse Isoliero dritto al petto. Non c'è stato nulla da fare, l'uomo è morto sul colpo. La salma della guardia venatoria è stata portata all'obitorio dell'ospedale di Orbetello, a disposizione della magistratura. A San Martino sul Fiora sono intervenuti anche i carabinieri che hanno ricostruito la dinamica dell'incidente. Un incidente, appunto. Isoliero non aveva il fucile, attaccato al chiodo l'anno scorso. Ma quella passione non lo aveva lasciato ed era stato nominato coordinatore di vigilanza dell'Atc 8 dall'Enalcaccia.

Isoliero Giuliani per cinquant'anni aveva mandato avanti la sua attività di gommista nel paese del Tufo prima di andare in pensione. Poi,

una volta chiusa la saracinesca della sua attività aveva cominciato a darsi da fare per gli altri: ad animare le attività del centro anziani di Pitigliano e a coltivare l'orto. Tutto il paese del Tufo, una volta saputa la notizia, si è stretta attorno al figlio Davis e alla moglie Marisa.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon