Menu

Traffico, rivoluzione in zona stazione

Da lunedì inizia la riqualificazione, programmata fino a settembre: occhio a nuove direzioni di marcia e divieti di sosta

Proseguono le opere di riqualificazione di piazza Marconi e dintorni. E inizia il gioco dell’oca per turisti e residenti.

Sì, perché le modifiche al traffico previste nell’ordinanza dirigenziale pubblicata martedì scorso (la 390) assomigliano più a una gimkana che a un’area da cantiere. Uno scompiglio necessario per avere un piazzale della stazione bello, confortevole e funzionale. Poi, magari, da quelle parti dovrà fermarsi pure qualche treno. Ma questa è un'altra storia. Lo slalom tra divieti nuovi e vecchi avrà inizio alle 8 di lunedì prossimo e si concluderà l’1 settembre.

In questo periodo l’impresa dei fratelli Massai è autorizzata ad aprire il cantiere in piazza Marconi (angolo via Trieste) e in via Mameli (fino all’intersezione con via Merano). Si tratta del primo stralcio delle opere di riqualificazione del nodo d’interscambio modale. Nessun problema nel traffico dalla stazione a viale Sonnino, ma sono off-limits l’ottantina di metri che vanno da via Mameli (incrocio con via Merano) a piazza Marconi. Lungo tutto questo tratto non è possibile sostare, né fermarsi, con alcun mezzo. Pena la rimozione forzata. E una bella multa.

Dalle 8 del 26 maggio cambia il senso di marcia in via Merano: si entra da via Mameli e si esce in via Fucini. Poi obbligo di svolta a destra, verso piazza Brennero, o sinistra, reso possibile dal senso di marcia cambiato. Ma occhio: in via Trieste è obbligo dare la precedenza. Dall’altra parte, chi fa il suo ingresso da via Roma in via Merano ha l’obbligo di dare la precedenza. E all’incrocio con via Fucini deve svoltare.

Viabilità rivoluzionata, per più di tre mesi, pure nella zona di via Trieste. All’altezza dell’intersezione con via Fucini scatta il senso unico: si può circolare solo in direzione della stazione. Ma non finisce qui. Percorrere l’unica corsia che porta da via Mameli a piazza Marconi non è cosa da tutti: autobus e veicoli di massa a pieno carico superiore a 35 quintali provenienti da viale Sonnino devono svoltare sul circuito formato da viale Matteotti, piazza Rosselli, via Roma. Ecco, la gimkana è servita. Non è escluso che durante i lavori possano spuntare altri sensi unici alternati, un bel semaforo provvisorio o un limite di velocità a 30 chilometri orari. Una cosa è certa: devono comunque essere garantiti gli accessi alle proprietà private e commerciali.

La ditta Massai, si legge nell’ordinanza, «dovrà adottare tutti gli accorgimenti necessari per la sicurezza e la fluidità della circolazione e mantenerli in perfetta efficienza, sia di giorno che di notte». L'impresa che ha in appalto i lavori deve pure garantire la sicurezza dei pedoni installando, se necessario, cartelli che vietino il transito anche ai pedoni. Nel caso in cui sia necessario attraversare la carreggiata con lavori di scavo e bitumatura sarà obbligo agire in due fasi, così da non occupare più di metà carreggiata. Se necessario, una volta terminati i lavori, sarà rifatta la segnaletica.

Insomma, dal 26 maggio al 1º settembre circolare dalle parti della stazione non sarà cosa semplice. E tutti dovranno adeguarsi, anche chi parcheggia da quelle parti. Ma tranquilli: l’installazione provvisoria di segnaletica stradale necessaria per rimuovere veicoli d’intralcio ai lavori dovrà avvenire almeno 48 ore prima dell’inizio delle opere. A far spuntare gli opportuni cartelli dovrà essere sempre la Massai, ma seguendo le disposizioni impartite dal comando della polizia municipale. Finite le opere del primo stralcio, aggiudicate con un ribasso del 23 per cento (totale di 354mila euro) toccherà

alle fasi due e tre, 2,8 milioni (cofinanziati e già in bilancio comunale). Non resta che attendere. Magari nella speranza che i disagi si rivelino meno indigesti grazie a un risultato di tutto rispetto. Poi sarà il caso di portare alla stazione pure qualche treno. Ma questa è un'altra storia.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro