Menu

Class action contro l’inceneritore

Dopo la fuoriuscita di diossine con valori cinque volte sopra la norma, 50 cittadini presentano ricorso

Una cinquantina di cittadini di Follonica, Scarlino e Gavorrano sono pronti a portare in tribunale Scarlino Energia, dopo l’emissione fuori norma di diossine dall’inceneritore di Scarlino che è stata segnalata il 27 maggio. «Miro a depositare il ricorso d’urgenza entro la prossima settimana» annuncia l’avvocato Roberto Fazzi. Ma non è escluso che nella class action siano pronti ad entrare nuovi volti, comitati compresi. C’è l’impianto fermo, c’è un’inchiesta della Procura in corso (e, probabilmente, c’è già un indagato), c’è una mole di dati negli uffici dell’Arpat

da analizzare. Insomma, gli elementi perché la diossina fuoriuscita dalla linea E2, con valori cinque volte sopra il limite, diventi un caso collettivo ci sono. «Queste azioni sono sempre più diffuse – spiega Fazzi – Le persone si organizzano e decidono di mobilitarsi tutte assieme».

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro