Menu

«Un solo comune per l’Amiata»

Il professor Luciano Luciani rilancia la sua proposta: «Bene già i versanti riuniti»

AMIATA. Una sola Amiata piace, anzi è necessaria. E molto meglio se comune unico. Luciano Luciani, professore di Santa Fiora, renziano alle primarie del Pd dell’Amiata, rivendica con forza la primogenitura dell’idea di un’Amiata unica, nei due versanti e ribadisce, andando oltre, che auspicabile sarebbe un vero e proprio comune unico dell’Amiata.

La presa di posizione di Luciani arriva a fronte della notizia che nel PD amiatino, in una riunione tenuta a Piancastagnaio, l’idea su cui si era ragionato era quella di un’unione dei 13 comuni dell’Amiata più Pienza e Montalcino. L’ingegner Simone Savelli, coordinatore del Pd di Seggiano, aveva reso ufficiale questo ragionamento, prospettando il superamento della divisione fra versanti senese e grossetano, con l’auspicio si fare massa in vista di una nuova mappatura delle province.

Unione, dunque, non eliminazione delle municipalità. Invece Luciani va oltre e parla di comune unico. «Ho letto con stupore della riunione sul tema del futuro della montagna e del suo probabile assetto istituzionale», attacca Luciani. «Questa è stata una mia battaglia da sempre - sottolinea - quando già dallo scorso agosto, sostenevo tale idea. Una primogenitura che rivendico a maggior ragione oggi, in un periodo di crisi che sembra non aver fine e che peserà sempre di più sull'economia della nostra montagna. A supporto della mia tesi, cioè dell'unione di tutti e tredici i comuni amiatini, portavo l'esempio del referendum, che si terrà a breve all'Elba, il quasi certo superamento delle due realtà provinciali sull'Amiata, nonché le difficoltà dei piccoli comuni in un contesto di macroaree».

Luciani vede con soddisfazione la proposta del Pd (dove non ricorda sia stata mai presa una tale iniziativa). «Penso però che la visione emersa nella sede di Piancastagnaio sia quella minimale, cioè dell'unione pura e semplice dei comuni dell'area

grossetana a quelli dell'area senese. L'unione allargata sarebbe già un bel passo avanti, accettabile e forse anche necessaria nell' immediato, ma che dovrebbe inevitabilmente guidare quasi in modo "propedeutico", alla realizzazione del comune unico dell'Amiata». (f.b.)

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro