Quotidiani locali

L’Arpat: «Il Milia non è inquinato»

MONTEROTONDO MARITTIMO. La protesta per gli sversamenti delle acque degli oleifici nel torrente Milia fece partire una segnalazione all’Arpat, che ha svolto le analisi. Il campione prelevato...

MONTEROTONDO MARITTIMO. La protesta per gli sversamenti delle acque degli oleifici nel torrente Milia fece partire una segnalazione all’Arpat, che ha svolto le analisi. Il campione prelevato confermerebbe l’assenza di acque di vegetazione nel fiume. I tecnici dell’Arpat sono arrivati a Pian di Calzalunga, per la verifica delle modalità di utilizzo agronomico delle acque di vegetazione e dell'eventuale presenza di sversamenti nel fiume Milia. I terreni su cui è stato effettuato il sopralluogo sono impiegati per l'uso agronomico delle acque di vegetazione e dal sopralluogo sarebbe appunto emerso che lo spandimento delle acque di vegetazione, in località Pian di Calzalunga, era stato effettuato in modo non uniforme: l’acqua di vegetazione

era mal distribuita e aveva creato fenomeni di ruscellamento. Durante il sopralluogo le acque del Milia, risultavano abbastanza limpide e inodori. L’Arpat ha effettuato due prelievi, uno delle acque del Milia, l'altro delle acque di vegetazione ancora presenti nei terreni.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro