Quotidiani locali

Il Giglio chiede la messa in mora di Costa

«Abbiamo chiesto la messa in mora di Costa Crociere - dice Alessandro Lelli, legale del Comune di Isola del Giglio - La quantificazione dei danni subiti avverrà in un secondo momento, quando la nave...

«Abbiamo chiesto la messa in mora di Costa Crociere - dice Alessandro Lelli, legale del Comune di Isola del Giglio - La quantificazione dei danni subiti avverrà in un secondo momento, quando la nave sarà rimossa». Il Comune è nel processo come parte offesa per poi diventare parte civile. La richiesta (Lelli lavora insieme all’avvocato Paolo Forelli dello studio Pavia-Ansaldo di Milano) è stata inoltrata nell’agosto scorso alla compagnia, «con la quale abbiamo avuto sempre un rapporto di collaborazione», precisa il legale. Lecci ritiene la perizia esaustiva, senza bisogno di rinnovi: «Gli esperti hanno risposto approfonditamente a tutti e 50 i quesiti. La verità era già

apparsa: questa tragedia, che ha causato morti e sofferenze per i superstiti, è dovuta a un errore umano».

Secondo Legambiente, Costa «ha avuto quanto meno un atteggiamento superficiale nella selezione dell’equipaggio e ha dimostrato una forte sottovalutazione dell’emergenza».

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro