Quotidiani locali

Consegna fiori ad anziana Le svaligia l’appartamento

Una donna ha sciolto del sonnifero nell’aranciata preparata dalla nonnina Sola in casa, è stata ripulita di tutti i gioielli e di tutti i soldi che aveva

FOLLONICA. La solita scusa per entrare nell’abitazione e portare via tutto, carpendo la buona fede della padrona di casa.

L’ennesimo colpo lunedì pomeriggio a Follonica, in una abitazione di via Litoranea nel quartiere Zona Nuova, con il copione che si ripete ad ogni colpo del malvivente di turno. Che questa volta è stata una donna, entrata nella casa di un’ anziana vedova dalla quale è riuscita a portar via gioielli e denaro in meno di mezz’ora. Quasi sicuramente dopo aver seguito le abitudini dell’ anziana e averne studiato le mosse per capire quando mettere in atto il colpo.

La scusa adottata è stata quella della consegna di un mazzo di fiori, per effettuare la quale la donna si è fatta aprire dall’anziana signora, 84 anni, vedova e in quel momento sola in casa.

Nonostante le reticenze della padrona di casa, la donna è riuscita a carpirne la fiducia accomodandosi nell’abitazione e convincendo la vedova a bere un’ aranciata in sua compagnia.

A quel punto il più era fatto, perché la malvivente è riuscita probabilmente con qualche sostanza sciolta nella bevanda a garantirsi qualche minuto di tranquillità per portare a compimento il colpo, utilizzando la scusa del gusto amaro dell’aranciata per poterla “correggere” con l’ingrediente voluto.

L’anziana donna infatti, ha riferito poi più tardi alle forze dell’ordine intervenute per registrare la denuncia, di non ricordare più nulla di quanto successo in seguito, salvo il ritrovarsi su una poltrona ormai sola e senza numerosi oggetti trafugati dalla casa, fra i quali la collana che indossava, una fede, un anello ed alcuni contanti.

Probabilmente, grazie a qualche sostanza tranquillante, la vedova è stata intontita per alcuni minuti, giusto il tempo da parte dell’autrice del furto di razziare tutto il possibile per poi sparire senza lasciare traccia.

La donna, dopo aver avvertito il figlio che si è precipitato sul luogo della rapina, ha poi perfezionato la denuncia del furto subito alla tenenza dei carabinieri di Follonica fornendo tutti i dettagli che è riuscita a ricordare.

Da parte dei militari sono in corso indagini sull’accaduto, così come viene rinnovato l’invito a non fidarsi di chi vuole entrare in casa,

magari spacciandosi per amico o conoscente dei parenti.

Qualche mese fa si verificò un precedente simile sempre nella città del Golfo, con il malvivente che riuscì addirittura a farsi aprire la cassaforte dell’abitazione dal padrone di casa per portarne via tutto il contenuto.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro