Odissea per ottenere il passo carrabile

Ufficio toponomastica e vigili “bisticciano” su due autorizzazioni in piazza Nazario Sauro

    di Francesca Ferri

    GROSSETO

    Nuove grane in piazza Sauro a Grosseto. La piazzetta davanti alla chiesa di San Giuseppe, di proprietà della curia e che è stata chiusa al traffico ad aprile, torna a far parlare di sé per il medesimo, vecchio problema: dove finisce la proprietà privata e dove inizia il diritto, pubblico, di calpestarla? Stavolta il contenzioso è tra Ufficio toponomastica e vigili urbani. Nel mezzo, la richiesta di un condominio di ottenere un passo carrabile.

    Il condominio in questione, al civico 54 di via Sauro, ha chiesto e ottenuto qualche mese fa l’autorizzazione dalla Municipale ad avere il passo carrabile sulla strada che, da via Sauro, entra nell’omonima piazza. Ma quando si è rivolto alla Toponomastica per avere la numerazione civica, si è visto respingere la richiesta.

    «Non ci sono i presupposti tecnico amministrativi per l’assegnazione - spiega l’Ufficio - perché quello che sembra un passo carrabile è in realtà uno degli accessi a piazza Nazario Sauro». L’intersezione sarebbe dunque da considerarsi «incrocio stradale» a prescindere dalla proprietà dei suoli e, perciò sia questo passo carrabile che un altro, autorizzato poco più avanti sempre dalla Municipale, «non sono compatibili sotto il profilo toponomastico e quindi da riformare». Che, tradotto, significa: sbagliano i vigili e il passo carrabile va revocato.

    «Le aree per le quali sono state rilasciate le autorizzazioni - replica però il comando della Municipale - risultano essere corte di fabbricato ad uso privato e area privata della Chiesa e ambedue si immettono sulla strada pubblica. L'Ufficio traffico ha valutato le aree come private sulla base di dati catastali, uso effettivo e atti di compravendita. Pertanto, in base all'articolo 47 del Dpr 223 del 1989, è necessario che l'onomastica stradale venga opportunamente revisionata dagli Uffici competenti, adeguandosi agli attuali usi e proprietà».

    Il tira e molla è appena iniziato e, come sempre, la scocciatura più grossa tocca ai cittadini, eternamente vittime dalle bizze della burocrazia.

    12 gennaio 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ