Quotidiani locali

Tiratore scelto, padellatore e cane: il team di Alberese comanda ovunque

Il nuovo leader è Righeschi

Classifiche rivoluzionate, la "Banditella" superstar

 GROSSETO. Nuovo giro di boa per il referendum promosso dal Tirreno. Cambia la testa delle tre classifiche: la Banditella di Alberese supera il Randagio di Monterotondo Marittimo e prova l'allungo.  A un mese esatto dall'apertura della stagione di caccia al cinghiale la miglior doppietta è quella di Moreno Righeschi. Italo Balbo guida tra i padellatori mentre Veleno (del giovane Sauro Pierini) e Punta (dell'esperto canaio Marino Santi) si contendono la palma del cane-fuoriclasse. Entra in classifica, con un buon numero di preferenze, la squadra 59, l'Irsuto di Monticello Amiata (685 capi abbattuti negli ultimi 5 anni - Alberto Aluigi ne è il responsabile), storicamente una delle più prolifiche dell'Atc 7. Si piazza al 6º posto, tra i migliori cacciatori, Giampiero Mancineschi. Salgono anche Roberto Gori (Verri di Monteleoni) e Roberto Ticci (Mina-Leda), con il primo che fa corsa solitaria. Nei suoi tagliandi non viene espressa la preferenza per il padellatore e il cane. Ticci invece è in ticket con il torniellino Federico Ferri, indicato come padellatore. Tra le curiosità che emergono spogliando l'urna, da segnalare che Claudio Berni del Dragoperditempo di Pancole è presente in tutte le tre graduatorie: 12º come cecchino, 20º tra i padellatori (con un solo voto, che riteniamo non significativo) e 5º come proprietario di Rocky, uno dei segugi da cinghiale più brillanti della Maremma. Nella classifica dei migliori cani le new entry della settimana sono Luna, della squadra di Ravi, e Pavarotti dell'Irsuto di Monticello. (gb)

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Tirreno
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.