Menu

È morto l'architetto Luigi Bicocchi

Apparteneva ad una delle famiglie più antiche di Follonica

 FOLLONICA. L'architetto Luigi Bicocchi, zio di Emilio, campione di salto ostacoli a cavallo, è morto a Firenze, dove era nato il 25 maggio 1927 e dove ha vissuto, da quando ha lasciato Follonica, una ventina di anni fa, per stare un po' a Firenze, un po' nella tenuta di S. Ippolito, a Pomarance. Luigi ha vissuto una sessantina d'anni a Follonica, dove era molto conosciuto al pari dei suoi fratelli: Franca, Emilio e l'architetto Giancarlo, da tempo scomparsi. Faceva parte di uno dei due rami principali della famiglia giunta a Follonica 1851 e alla quale si deve anche la rinascita agricola, sociale e civile del territorio. Capostipite di questo ramo fu Giuseppe Bicocchi ai quali erano andati anche i possedimenti nello scarlinese. L'altra parte è quella dei discendenti di Michele Bicocchi, abitano ancora nella loro tenuta di Follonica. Luigi ha ancora molti amici nella città del Golfo che lo ricordano per la sua generosità e per la passione
per la vela. Passione del resto condivisa dai suoi fratelli ai qual si deve, tra l'altro, la costruzione del Club Nautico, ancora in attività a Pratoranieri. I funerali oggi a Firenze; sarà quindi sepolto a S. Ippolito. Lascia i figli Clemente e Tommaso e le rispettive famiglie. M. M.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare