Quotidiani locali

Fincantieri e Autostrade ricostruiranno insieme il ponte progettato da Piano

«Per la costruzione è probabile che ci sarà un consorzio i cui dettagli definiremo nelle prossime ore. Interessa l’aspetto sostanziale, non formale». Così l’ad di Autostrade Giovanni Castellucci durante la conferenza stampa a Genova

GENOVA. Creare due gruppi di lavoro con Fincantieri e Autostrade per definire un protocollo d’intesa insieme allo studio dell’archistar Renzo Piano per iniziare a lavorare il prima possibile a un progetto di ricostruzione del ponte sul torrente Polcevera, a Genova, che contenga al suo interno anche quello di demolizione dei monconi rimasti in piedi del ponte Morandi collassato nella campata centrale il 14 agosto scorso. È quanto è stato deciso al termine della riunione che questa mattina ha visto impegnati nel capoluogo ligure il governatore Giovanni Toti, il sindaco di Genova, Marco Bucci, lo stesso Renzo Piano e gli amministratori delegati di Fincantieri e Autostrade per l’Italia, Giuseppe Bono e Giovanni Castellucci.

Compito della squadra di lavoro, ha riferito poi in conferenza stampa Piano, sarà quello intanto di individuare un luogo fisico, definito Ufficio della ricostruzione, dove mettere insieme tutte le energie, ufficio che sarà collocato necessariamente a ponente vicino all’area del crollo, da dove ripartirà la ricostruzione.

«Per la costruzione è probabile che ci sarà un consorzio i cui dettagli definiremo

nelle prossime ore. Interessa l’aspetto sostanziale, non formale» ha detto l’ad di Autostrade Giovanni Castellucci durante la conferenza stampa a Genova, sollecitato dai cronisti da domande sulla possibilità di appalti o gare per la ricostruzione del Ponte Morandi.

 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro