Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Andreazzoli è deciso: "Serve un Empoli tosto"

Il tecnico azzurro Aurelio Andreazzoli (foto agenzia Carlo Sestini)

Il tecnico parla alla vigilia della sfida contro il Chievo rilanciando Maietta ed elogiando La Gumina e Ucan 

EMPOLI. Mister Aurelio Andreazzoli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Chievo. “I punti sono importanti sempre - dice - hanno lo stesso valore ora come a maggio, perché incideranno sulla classifica alla stessa maniera. Giochiamo per consolidare la media che cerchiamo. E che ci dirà se abbiamo fatto un buon lavoro”.

Sugli avversari. “Penso che non possiamo dire quale atteggiamento avrà il Chievo – dice Andreazzoli -. Io preferirei una gara aperta per i 3 risultati nel tentativo di conseguire il massimo, non mi aspetto niente di particolare. Ho visto bene il Chievo giocare a Firenze in modo positivo, anche se hanno perso con tanti gol di scarto. Non facciamoci ingannare dai risultati che portano fuori strada”.

Sull'atteggiamento della sua squadra. “L'atteggiamento che avremo? È sempre il solito, poi ci adattiamo alla gara, sviluppando quello che abbiamo nella testa, come obiettivi da seguire. Faremo come ogni domenica cercando di fare meglio di domenica scorsa. In serie A non puoi permetterti di commettere errori. Dobbiamo limare e migliorare. Dobbiamo essere tosti, molto piu tosti anche di come siamo stati domenica col Genoa”.

LO SPECIALE SUGLI AZZURRI

Sulla media punti da tenere. “La speranza sarebbe quella di mantenere la media attuale. Noi dobbiamo sapere che non dobbiamo farci distrarre dagli eventi temporali, non dobbiamo perdere di vista l'obiettivo finale. Se riesci a tenerla riuscirai a tenere il tuo scopo. Se vinci una partita ne puoi perderne due. Col Genoa abbiamo abbassato la classifica ma siamo usciti rafforzati sulla nostra stima.I numeri positivi dopo la partita erano il doppio, abbiamo lavorato su questo per rendere funzionale quel cantiere che è cantiere un po' per tutti. Dobbiamo essere sereni, tranquilli, senza farci deprimere in caso di sconfitta”.

Sulla probabile formazione. “A centrocampo possiamo variare molto, abbiamo grande duttilità. Maietta? Sta bene decidiamo domani ma giocherà lui. Fondiamo la nostra squadra su capi saldi, Mimmo è uno di questi. Intorno a loro c'è la rotazione di diversi interpreti che si fanno sempre trovare pronti. La Gumina? Si è posto nella condizione di essere servito ma noi non lo abbiamo servito bene. Negli ultimi 15 giorni è cresciuto molto, come intenzioni, come giocate. Come i suoi compagni, ma in lui ho visto una crescita esponenziale. Quello che viene incamerato lentamente viene poi restituito velocemente. Sono contento per lui, lo vedo sereno e tranquillo, giocherà dall'inizio e ci farà vedere. Lui è un diamante grezzo che va lavorato. Ucan? È forte, si deve ambientare conoscere i compagni e piano piano ci sarà posto per tutto. Può fare anche la mezz'ala. Ha doti tecniche e genialità”.