Quotidiani locali

calcio uisp 

Tariffe salate, tre squadre se ne vanno da Capraia

L’Us Limite rincara l’affitto del campo di mille euro a società Cdp, Ferrari Allarmi e Fc giocheranno in altri comuni 

CAPRAIA E LIMITE

Via dal proprio campo, via dal proprio paese. Lo hanno deciso a malincuore ma non hanno potuto fare altrimenti. Eppure la Cdp Limite, il Ferrari Allarmi e Fc Capraia sono più di tre semplici squadre amatoriali. Tutte insieme hanno più tifosi e seguito della prima squadra Figc del Limite e sono piccole realtà che coinvolgono centinaia di giovani, che animo la casa del popolo e i circoli. Ma adesso chissà se sarà ancora così.

Sì, perché tutte e tre, almeno per questa stagione non si alleneranno e non giocheranno le loro partite (almeno quelle casalinghe) a Capraia e Limite. Come ogni anno le tre compagini avrebbero dovuto utilizzare il campo di Capraia, da sempre per loro punto di riferimento e nonostante qualche piccolo problema una solida base per le squadre, soprattutto dopo gli interventi effettuati dal comune.

Il problema però è nato con le nuove tariffe applicate dal gestore dei campi sportivi limitesi, L’Us Limite e Capraia che quest’anno ha chiesto alle società 3.500 euro ciascuna. Per l’utilizzo dei campi sportivi in media 2 allenamenti e una partita a settimana da agosto fino a maggio. Circa 1.000 euro in più rispetto alla tariffa annuale dell’anno passato, un rincaro che ha fatto sobbalzare i dirigenti delle piccole società che partecipano ai campionati di calcio Uisp e che quindi con le poche risorse che hanno a disposizione devono fare di necessità virtù. Hanno sperato fino all’ultimo, i 3 club, che ci potesse essere trovato un punto d’incontro che non è arrivato. E così, anche per le condizioni del campo che secondo loro questa estate è stato curato poco hanno deciso di emigrare.

La Cdp Limite andrà al Graziani di Montelupo, il Ferrari Allarmi a Cortenuova, nel comune di Empoli, mentre il Capraia avrà come base il campo sportivo del Turbone a Montelupo. Il presidente dell’Us Limite, Mauro Falco, interpellato dal nostro giornale per parlare della vicenda preferisce

non rilasciare dichiarazioni. Intanto però una stagione calcistica sta per iniziare e Capraia e Limite perde senza colpo ferire un patrimonio calcistico e umano del quale mondo sportivo e istituzioni, forse, avrebbero dovuto avere più riguardo. —

ALESSANDRO MARMUGI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro