Quotidiani locali

l’iniziativa 

Sport, gioco e divertimento per i circa 400 bambini dei centri estivi targati Uisp

Chiusa la prima parte dell’attività nei comuni di Empoli, Gambassi e Montaione Ora l’Area giovani vuole ampliare l’offerta e dal 20 agosto si riparte al PalAramini

EMPOLI

Si è chiusa la prima parte dei centri estivi organizzati dalla Uisp Empoli Valdelsa sul territorio. Sono stati circa 400 i bambini e i ragazzi coinvolti tra il Comune di Empoli e quelli della Valdelsa, in particolare nei territori di Gambassi Terme e Montaione.

L'attività portata avanti dagli operatori dell'Area giovani del comitato Uisp è stata diversificata a seconda dell'età dei partecipanti, che oscillava tra i 4 e i 14 anni. I ragazzi sono stati impegnati in discipline ludico-sportive, laboratori, escursioni e gite in spazi all'aperto e in piscina.

Per quanto riguarda Empoli le proposte sono state quattro e sono andate avanti tra l'inizio di giugno e la fine di luglio. Quattro centri estivi che hanno coinvolto bambini della scuola dell'infanzia, della primaria e ragazzi della secondaria di primo grado. Grazie alla collaborazione del Comune di Empoli è stato possibile utilizzare diverse strutture, tra cui la scuola dell'infanzia e la primaria di Serravalle e la mensa della scuola Vanghetti. Tra le novità più interessanti un focus sui giochi tradizionali (palla base, palla prigioniera, corsa con i sacchi e con i toppoli), che i bambini hanno potuto riscoprire. Inoltre, i partecipanti si sono cimentati in laboratori di pittura e teatro e in attività di agricoltura didattica. Molto apprezzato anche il centro estivo dedicato a Leonardo da Vinci, con attività dedicate alla scoperta del Genio.

A Montaione e Gambassi i centri estivi della Uisp sono tornati dopo un anno di stop e hanno coinvolto oltre 120 bambini dell'istituto comprensivo. Sport, laboratori, attività didattiche e tanto gioco. Anche in questo caso, la collaborazione delle amministrazioni ha permesso di utilizzare diverse strutture comunali diversificando la proposta nei confronti dei partecipanti.

«Siamo felici di aver avuto la Uisp Empoli Valdelsa come soggetto organizzatore dei centri estivi nei nostri comuni – dichiara Paolo Pomponi, sindaco di Montaione – ormai si tratta di una collaborazione consolidata e c'è una grande sinergia da questo punto di vista. Per noi è una garanzia e rimaniamo convinti che queste siano iniziative da continuare a supportare e promuovere».

Soddisfazione espressa anche dagli organizzatori. «I centri estivi hanno avuto un'ottima riuscita sia ad Empoli che a Gambassi e a Montaione – commenta Filippo Lebri, responsabile dell'Area giovani del comitato Uisp di Empoli e Valdelsa – il riscontro che abbiamo avuto dai bambini e dalle stesse famiglie è stato letteralmente fantastico e ci ha permesso di lavorare al meglio. Un ringraziamento speciale va a tutta la squadra di operatori che si è impegnata al massimo in questi due mesi. Inoltre, vogliamo ringraziare le amministrazioni comunali coinvolte che hanno messo a disposizione le strutture permettendo di tenere i costi per le famiglie contenuti e rendendo gratuita la mensa per i residenti nel comune. Speriamo di poter continuare a lavorare ad Empoli e di poter ampliare la nostra presenza nella zona della della Valdelsa con una proposta che sia la più larga possibile».

I

centri estivi, però, non finiscono qui. Solo una pausa, infatti, poi a partire dal 20 agosto e fino al 14 settembre il palasport intitolato ad Albano Aramini, a Empoli, ospiterà altri due progetti rivolti ad altri quasi 200 di bambini di età compresa tra 6 e 14 anni. —



TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro