Quotidiani locali

Vai alla pagina su Empoli calcio
Empoli: con la promozione è in arrivo un tesoro da ben 40 milioni

Empoli Calcio

Empoli: con la promozione è in arrivo un tesoro da ben 40 milioni

La sola parte fissa dei diritti tv ne porterà 30 nelle casse e si tratta già della cifra più alta mai percepita dalla società

EMPOLI. È più semplice provare a risolvere, velocemente, il cubo di Rubik o, magari, scorprire il funzionamento dell’algoritmo di Facebook. Eppure anche nel marasma dei diritti tv appena assegnati ci sono delle certezze. E una, per l’Empoli, è fondamentale. Ovvero l’incasso. Che, da un primo e sommario calcolo, parte da una basse fissa di ben 30 milioni (il più alto di sempre) e può arrivare fino a sfondare il muro dei 40. Ma vediamo perché.

NUOVA RIPARTIZIONE. Nel corso dell’anno di (ingiustificata) assenza degli azzurri al tavolo dei grandi, infatti, sono cambiate alcune cose importanti. E la prima riguarda i criteri di ripartizione. Corretti da uno degli ultimi atti ministeriali del “quasi empolese” Luca Lotti rispetto al vecchio sistema della legge Melandri. Oggi, cioè, la metà esatta dell’incasso totale della Lega A per i diritti tv viene divisa in parti uguali per tutti i 20 club della Serie A. E siccome l’incasso complessivo si aggira intorno agli 1,2 miliardi (considerato anche estero, Coppa e Supercoppa), ecco un assegno da 30 milioni 30 nella casse del club azzurro. Poi resta da stabilire il resto. Ed è qui che inizia il difficile. In teoria, infatti, sarebbe semplice: 30% per i risultati sportivi ed il residuo 20% per il radicamento sociale. La parte relativa ai risultati, infatti, viene calcolata fra ultima stagione, ultima cinque, e storico. Il radicamento sociale, invece, riguarda il numero di biglietti effettivamente staccati al botteghino e l'audience tv, ma sempre rapportati al bacino di utenza. Insomma, per fare bene i calcoli servirebbe l’aiuto di un matematico, ma uno da premio Nobel, con la consulenza del Mago Otelma.

LO SPECIALE SUGLI AZZURRI

L’INCREMENTO. I calcoli precisi non ci sono ancora. Ma quello relativo alla parte variabile, che ovviamente è quella che apre la sempre troppi ampia “forbice” fra le big e le piccole, porterà in dote almeno altri 5 milioni. Una decina la quota più probabile. Ed è un aumento consistente visto che nell’ultima apparizione sul palcoscenico della Serie A gli azzurri incassarono, come riportato dal bilancio, 24,2 milioni. E, più in generale, il miglior risultato di sempre (legato ovviamente ai migliori risultati sportivi di sempre) è stato di 29 milioni.

IL

TESORO. In attesa della cifra esatta, insomma, è già ampiamente dimostrato che la promozione, e dunque la Serie A, vale un tesoro. Tesoro consistente che, al netto dell’aumento dei costi (e cioè degli ingaggi), sarà importante anche per il progetto stadio.


 

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro