Quotidiani locali

Trattenere Luperto è uno dei primi punti sull’agenda azzurra

Il difensore è in prestito dal Napoli e ha già espresso la volontà di proseguire agli ordini di Andreazzoli

EMPOLI. Le solite voci che si rincorrono, il classico inizio mercato fatto di tanto fumo e, almeno per ora, poco arrosto. Gente che potrebbe arrivare, gente che potrebbe andarsene, ma al momento con il condizionale rigorosamente d’obbligo.

Per tutti, Empoli compreso. Basta pensare che solo nei prossimi giorni ci sarà la prima vera riunione operativa con Aurelio Andreazzoli. Che ha sì prolungato il contratto fino al 2020 ma che ancora deve condividere piani e strategie del club. Eppure, in questo clima di incertezza (obbligatoria, non certo voluta) e di fantasie che volano libere come nella canzone di Vasco Rossi, una certezza c’è già. Overro che l’Empoli farà di tutto per tenersi stretto uno dei protagonisti della promozione: Sebastiano Luperto.

Il difensore salentino, 22 anni a settembre e fresco di prima chiamata in Under 21, è uno dei pochi prestiti “secchi” di casa Empoli. Cioé senza diritto di riscatto (come Castagnetti) o senza accordo anche per la prossima stagione (Rodriguez). Come lui ci sono Gabriel (la cui posizione è ancora da chiarire) e Ninkovic (che difficilmente resterà in azzurro), ma la differenza sostanziale è che su Luperto una decisione è già stata presa: resistere, resistere, resistere. Ovvero, come detto, cercare in tutti i modi di averlo ancora a disposizione. D’altra parte il giocatore ha avuto una crescita esponenziale dopo un avvio non facile (pagando una preparazione estiva condotta praticamente da solo) e, in particolare, il passaggio alla difesa a 4, con il cambio di gestione tattica, lo ha valorizzato molto.

Il cartellino, però, è del Napoli. E, quindi, la decisione spetta ai partenopei. L’Empoli conta su due punti di forza per riuscire nell’intento: la volontà del giocatore di restare, espressa ance pubblicamente in occasione della premiazione come componente della Top 11 di B, e i buoni rapporti con il club del presidente De Laurentiis. Ad oggi, però, il Napoli è impegnato su ben altri fronti (col passaggio di consegne fra Sarri e Ancelotti) e, ad oggi, un contatto diretto fra i due club ancora non c’è stato. Per gli azzurri, però, la conferma di Luperto (in un reparto arretrato che potrà contare anche sull’appena ingaggiato polacco Marcjanik) è una priorità e quindi è facile

prevedere che il direttore sportivo Accardi cerchi presto di fissare un colloquio con Giuntoli per capire gli orientamenti del Napoli. La sensazioni sono positive ma c’è la volontà di trasformarle presto in qualcosa di più concreto.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro