Quotidiani locali

Empoli premia il meglio dello sport, a partire da Spalletti

Il riconoscimento intitolato ad Albano Aramini assegnato al tecnico dell'Inter e anche alle ragazze di pallavolo e calcio, alla sciatrice Giunti e alla pattinatrice Nuti 

EMPOLI. Fra risultati e registrazioni pirata, non è certo un gran periodo quello che Luciano Spalletti sta attraversando all'Inter. Ma a Empoli, nella sua Empoli, il tecnico nerazzurro è sempre qualcosa di più di un ex allenatore azzurro e di un concittadino illustre. Tanto che ora gli è stato assegnato il premio "Aramini - una città per lo sport", organizzato dal Comune e deciso, ogni anno, da una speciale commissione. Il premio "Una città per lo sport", dedicato ad Albano Aramini si ripete ormai dal lontano 1996, un appuntamento ormai classico e atteso da tutti gli empolesi.  La cerimonia di consegna si svolgerà per la quarta volta al cinema La Perla di Empoli, in via dei Neri , lunedì 12 marzo alle 21.15. 

I VINCITORI. Ecco l'elenco completo dei vincitori dei riconoscimenti che si riferiscono all’anno sportivo 2017. Prima sezione, per i risultati migliori raggiunti a livello promozionale: Toscana Atletica Empoli. Per aver organizzato i campionati regionali di cross al parco di Serravalle. Più di mille atleti, e altrettante persone tra il pubblico, per questa riuscitissima gara valida per la seconda giornata dei campionati regionali - individuali e di società - di cross, sia per il settore agonistico sia promozionale. Numeri mai registrati in tutta la Toscana. La gara, organizzata da Toscana Atletica Empoli Nissan Brogi e Collitorti, in collaborazione con il Comune di Empoli, si è svolta nel 2017 il 26 febbraio. E ha avuto una ottima conferma anche lo scorso 28 gennaio, sempre nel parco urbano empolese. Seconda sezione (ex aequo), società sportiva che ha conseguito il miglior risultato a livello agonistico. Empoli Pallavolo. La prima squadra, a tre giornate dalla fine dello scorso campionato è stata promossa in B1. Uno storico risultato per il club empolese. Empoli Ladies: nella stagione 2016/2017 promosse in Serie A per la prima volta. Terza sezione (ex aequo), atleta che ha conseguito il miglio risultato a livello agonistico. Marta Giunti, sciatrice, campionessa italiana Giovani di Slalom Gigante. Appartiene al Comitato Appennino Emiliano, è iscritta allo Sci Club Riolunato e ha conquistato lo “scudetto” dello sci sulle nevi di Maranza, in Alto Adige. Appena ventenmne - ma con una carriera di tutto rispetto alle spalle - Marta Giunta si candida a diventare una delle atlete più importanti a livello nazionale, sicuramente la miglior sciatrice nella storia di Empoli. Martina Nuti, pattinatrice della Polisportiva Coop Empoli, residente a Capraia e Limite. Bronzo ai Campionati Europei 2017, prima toscana a partecipare alla competizione internazionale, già campionessa italiana 2016 per la categoria Solodance-Uisp, pattinaggio artistico e danza a rotelle. Quarta sezione, personaggio empolese che per meriti sportivi ha contribuito a divulgare l’immagine della Città: Luciano Spalletti. Un premio alla sua straordinaria carriera di allenatore, iniziata proprio a Empoli, nel settore giovanile del club azzurro; proseguita con risultati storici sulla panchina della prima squadra, e proseguita in modo eccezionale all’interno dei più importanti club italiani e con una splendida e vincente esperienza in Russia. Un premio anche per la sua costante vicinanza ai settori giovanili empolesi, in particolare all’Avane Calcio. Quinta sezione, per la promozione dello sport a livello sociale: Dragon Ladies (Astro - Associazione per il sostegno terapeutico e riabilitativo in oncologia). Un eccezionale gruppo di donne che promuove la riabilitazione delle signore operate di tumore al seno attraverso questa pratica sportiva. Un canottaggio ‘da applausi’ fatto di impegno e voglia di reagire alla malattia con un importante risvolto sociale e di esempio per tutti. Dragon Ladies che recentemente ha compiuto 5 anni di vita. Sesta sezione, premio giornalistico "Antonio Bassi": Radio Lady. Per la trasmissione giornalistica che nel 2017 ha raccontato lo sport al femminile, da luglio a dicembre è andata in onda la trasmissione “Ladies and Sport” grazie alla quale è stato dato spazio e risonanza mediata alle tante società sportive, atlete, allenatrici e allenatori legati allo sport femminile: tra gli ospiti presenti Uisp, scherma, calcio, basket e pallavolo femminile. Radio Lady, da sempre impegnata nel raccontare le vicende dell’Empoli FC, è stata anche presente nelle ultime due edizioni nell’area sport del Beat Festival. 

LE MENZIONI. Inoltre, per questa edizione, menzione speciale a Guia Sesoldi (ex cestista della Use Rosa), eletta nel consiglio direttivo della Lega Basket Femminile Nazionale. Ed è stato deciso di premiare con una pergamena ricordo i tanti atleti e appassionati empolesi che hanno partecipato alla ultima edizione della Maratona di New York, a novembre 2017. Ogni singolo podista, appartenente a un gruppo organizzato e non, riceverà una pergamena ricordo. Si invitano coloro che hanno partecipato nel 2017 a questa gara a prendere contatti con l’Ufficio Sport del Comune di Empoli che ha già un ampio elenco di partecipanti – 0571 757 721.

LA STORIA DEL PREMIO. Istituito nel 1996 con lo scopo di consegnare, in un’unica cerimonia alla presenza di rappresentanti delle società sportive e delle autorità locali, il giusto riconoscimento ad atleti e atlete e società che ogni anno si distinguono particolarmente per i risultati sportivi raggiunti. Nel 1997 il Premio è stato intitolato alla memoria di Albano Aramini, assessore allo sport e vicesindaco, e rappresenta, quindi, il massimo

riconoscimento per lo sport empolese consegnato dall'amministrazione comunale. L'assegnazione del premio "Una città per lo sport - Albano Aramini" è decisa da una apposita Commissione composta dai rappresentanti degli organi di informazione locale e da esponenti del mondo sportivo empolese.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro