Quotidiani locali

l’altro pallone: i dilettanti 

C’è Pizza nel motore del Fucecchio

Presi l’ex azzurro e Kodraziu, doppio ruolo per Collacchioni

FUCECCHIO. Un rinforzo dalle categorie superiori e un gradito ritorno: il Fucecchio ha risposto “presente” all’inizio della sessione di calciomercato, piazzando due colpi, Samuele Pizza (29 anni) e Emirald Kodraziu (25), rispettivamente dal Forte Querceta (Serie D) e dal Gambassi Terme (Eccellenza). Il colpaccio è sicuramente l’arrivo di Pizza, cresciuto nelle giovanili dell’Empoli e poi passato da Viareggio, Avellino, Torres, Lucchese e Real Forte Querceta, senza mai “scendere” sotto la Serie D. Almeno fino ai giorni scorsi, quando la dirigenza bianconera è arrivata ad avere il suo ok. Poi c’è il capitolo Kodraziu, che a Fucecchio c’era già stato e che al Corsini ritorna per rilanciarsi, sebbene il campionato col Gambassi non fosse iniziato male, viste le 5 reti segnate.

«L’obiettivo – spiega il ds Stefano Macchi – è quello di uscire dalle sabbie mobili del fondo classifica. Abbiamo portato un vento di novità ed esperienza inserendo due giocatori importanti: un centrocampista strutturato come Pizza in mezzo ci mancava, mentre Kodraziu ha dimostrato di poter fare la differenza anche a Gambassi. Entrambi hanno accettato volentieri la nostra proposta: è la dimostrazione che, anche in un momento non facile, la piazza di Fucecchio mantiene sempre un certo appeal. Ora pensiamo a domenica e alla difficile partita contro l’Atletico Piombino, dobbiamo uscire dalle sabbie mobili».

La squadra di mister Ghizzani ha perso 3 giocatori, nel frattempo: Emanuele Covato è tornato alla Cuoiopelli, Lorenzo Tiso è andato al Gambassi e Pietro Citera sta valutando le offerte che gli sono giunte. Un esterno d’attacco, un difensore e una punta hanno lasciato il Corsini, in cambio di una mezza punta e un centrocampista. Numericamente ne manca 1 e il Fucecchio non si farà cogliere impreparato.

Ma le novità non finiscono qui: l’espertissimo stopper Lorenzo Collacchioni, infatti, ha accettato la proposta di fare l’allenatore della squadra Juniores, prendendo il posto di Cristiano Baggiani. Collacchioni svolgerà il doppio ruolo, mister e centrale di difesa. L’obiettivo è di lasciare il fondo
della graduatoria, sia quando scende in campo con le scarpe da gioco sia quando dirige i ragazzi della Juniores: «Grazie a Baggiani per tutto quello che ha fatto – conclude Macchi – con Collacchioni abbiamo provato a dare una svolta».

Marco Sabia

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista