Quotidiani locali

«Abbiamo dato un senso alla sconfitta»

Martusciello non piange e parla del caso Pucciarelli: «È già tutto chiarito»

EMPOLI. Sconfitti si, ma a testa alta. E con la consapevolezza di averci provato fino alla fine. Il punteggio è negativo ma Giovanni Martusciello non può che essere soddisfatto del temperamento del suo Empoli. «La squadra aveva iniziato al meglio il primo tempo – spiega il tecnico – anche meglio del Napoli. Fino al gol di Insigne loro non avevano creato molto. Con l'andare del tempo poi sono venute meno alcune certezze, Krunic ha rimediato una contusione sulla tibia e su quel lato del campo è venuta fuori la qualità del Napoli. Nella ripresa ce la siamo andata a giocare a viso aperto. Ai ragazzi ho detto che prenderne altre tre non sarebbe stato un problema, ma almeno dovevamo dare un senso alla sconfitta e lo abbiamo fatto».

Gli azzurri sono riusciti anche a fare pace con i loro tifosi. «Noi non dobbiamo dimostrare nulla – spiega Martusciello – ma riuscire a fare quello che abbiamo messo dentro nella ripresa. Quello dei tifosi è stato una prova d'amore, non una contestazione. Stavolta ho visto la reazione che volevo vedere. Se il merito è stato della contestazione dei tifosi ben venga. Qua c'è tanto amore verso l'Empoli, se arrivano coi fischi o con gli applausi in modo educato sono sempre ben accetti. Noi metteremo sempre dentro questo spirito e poi vedremo cosa succederà».

La novità di giornata è stato l'utilizzo dal primo minuto di Mame Thiam. «Mi era piaciuto come era entrato domenica scorsa. Ha fatto una buona prestazione, soprattutto perché era all'esordio dal 1’. Diverbio con Pucciarelli? È stato un normale attimo di nervosismo durante il cambio. Ci siamo chiariti ed è finito tutto subito». Impossibile poi non commentare il traguardo dei 100 gol azzurri di Maccarone: «è un premio alla sua carriera e alla

disponibilità. È entrato cattivo e questo merito gli è valgo il gol su rigore». Ora la sosta, poi la sfida con la Roma. «Cercheremo di recuperare dal punto di vista fisico. Anche se ci saranno diversi ragazzi impegnati con le nazionali».

Alessandro Marmugi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare