Quotidiani locali

Vai alla pagina su Empoli calcio
Empoli, nuovo stadio con sorpresa: la tribuna sarà demolita

Empoli Calcio

Empoli, nuovo stadio con sorpresa: la tribuna sarà demolita

Il nuovo progetto sarà presentato in Comune entro la prima settimama di agosto. I costi salgono fino a circa 25 milioni. L'opera potrebbe essere finita nel 2020

EMPOLI. Allacciate le cinture, ci siamo. La fase 1 per il nuovo Carlo Castellani è alle porte, giusto dietro l’angolo. Con un pizzico di ritardo, ma soprattutto con una grossa novità che giustifica anche lo slittamento (peraltro minimo) per la presentazione del progetto al Comune.

Il nuovo progetto. La società, infatti, aveva indicato più o meno ufficialmente l’ultima settimana di luglio come il periodo per farlo. Succederà nella prima di agosto, invece. Differenza minima. Mentre sostanziale sarà quella del progetto. Non drastica ma quasi. Rispetto a quanto ventilato finora, infatti, l’Empoli ha deciso di cambiare strada e di radera al suolo (tanto per rendere l’idea) e rifare da zero anche l’attuale tribuna, cioé la parte più vecchia dell’impianto. Non un’opera di recupero, dunque, ma demolizione e ricostruzione vera e propria. Ovvero quello che finora era sempre stato escluso visto che avrebbe comportato, e dunque comporterà, una spesa ancora maggiore.

Qualche dettaglio. E, infatti, da 15 milioni circa previsti per l’intero lavoro si passa già a una previsione di almeno 20, addirittura 25 circa calcolando anche il nuovo impianto per l’atletica. Un’impennata che dovrebbe essere attutita con l’aumento degli spazi commerciali (comunque minimo) ma anche con un esborso della società. Con il progetto di recupero, infatti, l’idea era quella di coprire l’intera operazione con un mutuo del Credito sportivo (da rimborsare, poi, con gli incassi dell’affitto dei locali), mentre a questo punto ci saranno comunque da mettere sul piatto alcuni milioni “a fondo perduto), dai 3 ai 5 circa. Il progetto con una tribuna tutta nuova, però, permetterà al nuovo Castellani di diventare un gioiello ancora più splendente. E anche agli sportivi di assistere meglio alle partite. La nuova tribuna, infatti, sorgerebbe più vicina al campo di quanto non sia l’attuale. Così facendo, però, l’Empoli dovrà ricostruire completamente anche gli spazi della pancia della tribuna che al momento ospitano gli spogliatoi (peraltro rinnovati da non molto tempo), il magazzino, la palestra, l’infermeria e anche alcuni uffici. Un lavoro complesso, dunque, che richiederà, oltre a più soldi, anche più tempo.

La previsione sui tempi. Come detto l’Empoli conta di presentare questo nuovo progetto esecutivo in Comune entro la prossima settimana, la prima di agosto. Ovviamente, poi, la pratica dovrà seguire il percorso burocratico che, per un’opera di queste dimensioni, non sarà certo semplice. Il ritrovato spirito di collaborazione con l’Amministrazione, di sicuro in netto rialzo rispetto al minimo storico di 12 mesi fa, dovrebbe mettere al riparo da brutti scherzi, ma non sarà comunque cosa semplice. L’Empoli prevede e soprattutto spera di poter partire nella prossima primavera, prima o subito dopo la fine del campionato. In questo caso i mesi di sosta estiva sarebbero sufficienti per sistemare le curve. In questo caso, infatti, si tratta di strutture prefabbricate che, una volta sgombrato il terreno, andrebbero solo assemblate. Burocrazia permettendo, invece, il lavoro sulla tribuna potrebbe iniziare attorno al gennaio 2018 e i tempi non si annunciano così brevi. Fra demolizione e ricostruzione potrebbero servire all’incirca 18 mesi e, dunque, avere il nuovo Castellani, il gioiello, pronto per l’anno del signore 2020.

La pista di atletica. Senza dimenticare, poi, che il primo passo di tutta l’operazione sarà lontano dal Castellani. E, più precisamente, nella zona vicino al centro commerciale di Santa Maria. Dove la nuova pista di atletica dovrà nascere per forza di cose prima della dimissione di quella attuale (che, peraltro, è ridotta non male ma malissimo...). In questo caso, però, il progetto dell’Empoli è addirittura già pronto. Prevede chiaramente

la pista, ma anche gli spogliatoi, la tribuna e un bar. Allo stato attuale il tassello mancante, non proprio secondario, la disponibilità del terreno, ma da quello che filtra anche in questo caso la società sembra intenzionata a stringere i tempi. Questione, forse, di poche settimane.

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro