Quotidiani locali

Nel mondo del calcio Uisp irrompe... il terzo tempo

I debuttanti del Pitti Shoes Montaione a fine gara hanno offerto la merenda a sportivi e avversari dell’Atletico Brusciana: pane, prosciutto e dolci fatti in casa da madri e mogli

MONTAIONE. UN esordio così nel calcio Uisp dell’Empolese non si era mai visto. No, non stiamo parlando del risultato perché il Pitti Shoes Montaione ha raccolto un punto pareggiando 2-2 contro l’Atletico Brusciana. Ma la neonata squadra, che partecipa al campionato di serie Amatori, per la sua prima storica ha deciso di mettere in piedi una splendida iniziativa. Dopo il match infatti nei pressi dello stadio comunale “il Prato” è andato in scena un vero e proprio terzo tempo: una ricca merenda che al termine della gara ha coinvolto gli avversari dell’ Atletico Brusciana ma anche tutti i tifosi e gli sportivi presenti sugli spalti.

Un ottimo modo per iniziare la propria avventura nel calcio amatoriale, un modo per ritrovare i veri valori dello sport e soprattutto del calcio amatoriale. «Tutto è iniziato quando abbiamo deciso di creare la nuova squadra – racconta Federico Dezi, calciatore del Pitti Shoes ed uno degli ideatori di questo nuovo progetto – siamo un gruppo di amici di Montaione e abbiamo deciso di mettere su una nuova squadra, più che altro per divertirci e rivivere sul campo le emozioni di quando eravamo più piccoli. Dopo essere riusciti a formare la squadra ed aver iniziato la stagione poi ci è venuto in mente per questa prima partita di mettere in piedi un terzo tempo. Crediamo che sia un ottimo modo per socializzare con gli avversari – prosegue – perché alla fine siamo rivali in campo e amici fuori e inoltre pensiamo che sia un modo per far rivivere quello spirito che spesso in alcuni campi si è andati perdendo. Eventi di questo tipo poi servono anche a portare gente allo stadio, uno dei nostri obiettivi è anche quello, che la gente del paese, si possa affezionare alla squadra e possa ritornare a popolare gli spalti vedere le nostre partite».

Così è bastato un tendone e una tavola imbandita con pane e prosciutto per creare una magnifica atmosfera. «Ovviamente come la maggior parte delle squadre non navighiamo certo nell’oro – prosegue Dezi

– il nostro obiettivo è stato quello di creare un piccolo spuntino con cose semplici: pane, salumi e dolci fatti da mamme e mogli. Tutte cose buone e genuine». Il terzo tempo targato Pitti Shoes Montaione ha avuto un grandissimo successo, e probabilmente nel corso della stagione sarà ripetuto.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro