Menu

Il pallone, un infortunio e la solidarietà... social

Altro che litigi e proteste: il calciatore amatoriale si rompe il tendine d’Achille e i suoi compagni di squadra s’inventano un hashtag per stargli vicino anche attraverso Facebook

EMPOLI. Ci sono diversi tipi di calcio. C’è il calcio delle polemiche dei battibecchi, delle proteste arbitrali. Ma c’è anche quello in cui a prevalere sono l’amicizia e la solidarietà. Valori questi che non mancano certo ai ragazzi del Corniola Emmetex, che in queste ultime ore si sono resi protagonisti di una bellissima iniziativa.

L’infortunio. Durante la sfida di campionato che la squadra di Servi ha giocato sabato contro il Bassa, match di cartello del girone A, il terzino Andrea Grassi ha subito un bruttissimo infortunio. Dopo uno stacco aereo, infatti, ha sentito un rumore sordo ed un dolore fortissimo. La diagnosi ha lasciato poco spazio alle interpretazioni: rottura del tendine di Achille della gamba destra. Un infortunio che costringerà Grassi a stare per molto tempo lontano dai campi di gioco e che, ovviamente, finirà per creargli problemi che nella vita di tutti i giorni. Così ieri, mentre il terzino, peraltro neo dottore in medicina, era sotto i ferri per operarsi, amici e compagni di squadra hanno deciso di incoraggiarlo in modo originale e lo hanno fatto sul web.

Solidarietà... social. Oltre a inviare tantissimi messaggi per sostenerlo, hanno deciso di scattarsi delle foto nelle quali compare lo slogan #fgs che sta per Forza Grassi Sempre (il cancelletto serve per creare il cosiddetto hashtag, modo per condividere i messaggi che viene utilizzato nei social network). «L’idea è nata per dare sostegno ad Andrea in questo momento difficile – spiega il dirigente della squadra empolese Daniele Madonia – ha avuto davvero un brutto infortunio che lo costringerà a star fuori dai campi per diverso tempo. Spesso quando si fanno male i calciatori di serie A, si vedono sempre messaggi di incoraggiamento sui social network, così abbiamo pensato di farlo anche noi, soprattutto attraverso delle foto che abbiamo condiviso sul gruppo Whatsapp della squadra e poi successivamente su Facebook. Ci è sembrato un modo originale e divertente per fargli sentire tutto il nostro affetto, ma anche per cercare di tirarlo su di morale».

Tutti in posa. E così compagni di squadra e amici, nonostante fossero impegnati nelle loro attività quotidiane - chi a scuola, chi al lavoro - hanno trovato il modo e il tempo per farsi immortalare con lo slogan in primo piano. Il capitano della banda di Servi, Mattia Chesi ha addirittura deciso di scriverlo sulla fascia che abitualmente mette al braccio quando va in campo. Un motto, questo #Fgs, che non è stato certo scelto a caso. «Lo spunto ci è venuto dal motto della squadra – prosegue Madonia – che è “Forza Corniola Sempre”, ideato da mister Servi, un motto che abbiamo deciso di scrivere anche sulle nostre felpe. Credo non ci fosse frase migliore da poter utilizzare, ricalca in pieno lo spirito che c’è nel nostro gruppo, il Corniola Emmetex, infatti, è una grande

famiglia». Ad unirsi al coro di solidarietà anche numerosi dirigenti e calciatori di tantissime altre squadre del movimento amatoriale che hanno voluto lasciare i loro messaggi di in bocca al lupo e di pronta guarigione. Solidarietà ed amicizia, questo è davvero il calcio Uisp che ci piace.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro