Quotidiani locali

Il factotum Neri: il basket fucecchiese vi farà divertire

Il dirigente della Folgore scommette sul coach Capitani: è un bravo allenatore che farà crescere il nostro vivaio

FUCECCHIO. Gabriele Neri non ha bisogno di ruoli o etichette all’interno del basket fucecchiese. Qui ha fatto un po' di tutto, prima da giocatore, poi da allenatore e dirigente. Ora che ha lasciato la panchina della C2 ci sarebbe da trovargli una nuova collocazione nell'organigramma societario, ma qualsiasi carica ufficiale non renderebbe l'idea del suo lavoro a 360 gradi. Ufficialmente è il responsabile organizzativo del settore giovanile, ma è anche alla guida diretta di almeno due gruppi minori, si occupa del mercato della prima squadra ed è uno degli animatori del Ficeclum squadra satellite appena salita dalla Prima divisione alla Promozione. Insomma il personaggio giusto per un giro d'orizzonte sulla Folgore che sembra godere di buona salute in una difficile congiuntura anche per la pallacanestro.

Partiamo dal nuovo coach.

«Paolo Capitani l’ho conosciuto quando era a Venturina e abbiamo avuto una milizia comune nello staff delle giovanili del Pontedera due anni fa. È stato preso per la qualità umane e per il curriculum. Avevamo bisogno di un allenatore in grado di far crescere il nostro vivaio e che rappresentasse una scommessa per la prima squadra. Lui racchiude queste caratteristiche ed è una scelta di cui mi assumo tutte le responsabilità».

Come cambierà il roster?

«Siamo partiti dalla conferma di una solida base: Loni, Caciolli, Casciani e Aloisi. Giocatori navigati che si sono trovati bene a Fucecchio e con i quali è stato facile trovare un accordo. Restano da inserire altri due senior tra cui un playmaker per rimpiazzare Cascavilla. Invece Profeti passerà al Ficeclum, mentre Moradei non è stato confermato per via degli impegni di lavoro. Dopo vari contatti e provini faremo le scelte sul mercato entro i primi giorni di agosto. Per quanto riguarda i 4 posti da under dobbiamo riparlare con l'Abc per Giannoni e con il Don Bosco Livorno per Falco, mentre ai nostri Fagioli, Barra, Billi e Savino andranno in blocco a Cerreto a trovare più spazi».

Un giudizio sull'ultima stagione?

«Abbiamo raggiunto l'obiettivo della salvezza a due giornate dalla fine. Per la formula del campionato c'erano poche vie di mezzo: evitando i playout si sono spalancate le porte dei playoff. Nella post season, superando 2-0 Agliana e arrivando alla bella contro Legnaia, ci siamo tolti molte soddisfazioni. Con Casciani a disposizione in semifinale si poteva aspirare alla finale, ma siamo ugualmente contenti. Squalifiche, infortuni e rosa corta ci hanno un po' penalizzato ma grazie all'impegno negli allenamenti dei giovani (tra cui Barra che non ha mai giocato, ndc) e con qualche “prestito” dal Ficeclum ce la siamo cavata egregiamente».

Insomma un bel clima familiare…

«Durante i playoff alcuni tra i più rappresentativi giocatori della Folgore sono venuti a fare il tifo per il Ficeclum e viceversa. Speriamo di mantenere questa caratteristica dell'ambiente».

Come state organizzato il settore giovanile?

«Faremo tutte le categorie da under 13 a under 17. Per l'under 19 sono in corso contatti con la Cerretese per partecipare con un gruppo misto al campionato elite. Quando avremo un quadro più chiaro sceglieremo gli allenatori: per ora nel progetto, a parte il sottoscritto e Capitani, non ne sono coinvolti altri. Va organizzato un ampio movimento e per dedicarvi più tempo ho lasciato la panchina della serie C2».

Infine una battuta

sul neopromosso Ficeclum.

«Il cambio di categoria non sposta di una virgola la filosofia di questa squadra che gioca per puro divertimento. Se tutti i 12 giocatori daranno ancora la disponibilità, continueremo con loro più Andrea Profeti».

Roberto Felici

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie