Menu

Stovini eredita fascia e gradi E' lui il capitano

 EMPOLI. Il dado è tratto. Ok, stavolta non riguarda Giulio Cesare, ma un pezzetto della nuova stagione dell'Empoli. Si tratta, cioé, della scelta del nuovo capitano, visto che l'ipotesi di un rinnovo di Ighli Vannucchi - nonostante il pensiero dei tifosi - sia sempre più remota. Ebene la fascia, come si è visto a Gambassi nella prima uscita stagione, starà sul braccio di Lorenzo Stovini.  «D'ora in poi chiamatemi capitano», scherza il ministro della difesa. Che, battute a parte, è soddisfatto. «E' un onore fare il capitano dell'Empoli - spiega - anche se non so se la decisione sia definitiva. Il mister mi ha dato la fascia prima del test di Gambassi e, sono sincero, ne sono orgoglioso».  Eppure la tifoseria è schierata dalla parte di Coralli. Anche perché di Stovini non è piaciuta - o almeno non a tutti - una dichiarazione rilasciata a un sito specializzato. «Avevo detto che, se ci fosse la possibilità di tornare A, ci andrei volentieri. Mi dispiace che qualcuno si sia offeso - spiega Stovini - ma è la verità. Sono stato onesto. La possibilità di tagliare il traguardo delle 400 presenze in A mi stuzzica molto. Però, e ci tengo a chiarirlo, questo non significa che qui mi senta sacrificato. Tutt'altro. E' una realtà in cui mi trovo a meraviglia, a tutti i livelli, e a cui sono grato e lo sarò per sempre. Ecco perché, ribadisco, fare il capitano è un onore oltre che un onere».  L'onere, per Stovini, sarà anche quello di fare da chioccia. Lui e Handanovic, infatti, sono gli ultratrentenni del gruppo e a loro, ovviamente, sarà chiesto anche un contributo extra-tecnico. «Faremo quello che c'è da fare - sostiene il difensore - mettersi a disposizione del gruppo non è certo un problema. Anzi».  Gruppo che, a sentire il neo-capitano, sta nascendo sotto una buona stella. «E' presto per farsi un'idea precisa del nostro valore - premette - ma i presupposti sono positivi. Siamo molto giovani, è vero, ma c'è del talento e, soprattutto, mi sembra che ci sia lo spirito giusto per costruire qualcosa. Deve essere chiaro, però, che noi partiamo con l'obiettivo di salvarci. Il resto, semmai, lo aggiungeremo in corso d'opera».  Intanto ad ufficializzare la promozione di Stovini ci pensa Aglietti.
«Lorenzo è il più esperto del gruppo - annuncia - ed è lui il nostro capitano. Lo è ora e lo sarà finché resterà qui. Coralli è il vice capitano e, soprattutto, il giocatore che può e deve diventare il nostro uomo-simbolo sul campo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare