Renzi firma il decreto, quasi mezzo milione per la nuova ‘Pascoli’ fuori dal ‘Patto di Stabilità’

COMUNICATO STAMPA

Giovedì, 28 aprile 2016

SCUOLA

EMPOLI - Quasi mezzo milione di euro da spendere senza incidere sul saldo di competenza finale che rappresenta il 'nuovo' limite per il Patto di Stabilità dei Comuni. Il Comune di Empoli ottiene dal Governo uno spazio di spesa pari a 497.500 euro per il 2016 in virtù dell'investimento già previsto per la riqualificazione e la ricostruzione ex novo della scuola dell'infanzia 'Giovanni Pascoli'. La firma sul decreto è stata apposta dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi proprio ieri, mercoledì 27 aprile.

L'amministrazione ha colto l'opportunità concessa dal Governo con la Legge di stabilità 2016 per far sì che il finanziamento che verrà sfruttato per quest'opera non incida sul saldo di competenza finale.
«Un lavporo di squadra tra Governo e Comune - sottolinea il sindaco Brenda Barnini - che dopo tanti anni rimette la scuola al primo posto nelle prirorità di investimento. Una buona scuola parte dalla sicurezza e della bellezza degli edifici. Ringraziamo il Governo per averci messo nelle condizoni di realizzare questo obiettivo».

Cosa succede in sostanza?
I 497.500 euro avrebbero pesato sull'equilibrio di questo saldo, ma è stata sfruttata con grande celerità l'opportunità offerta dal Governo, solo ed esclusivamente per l'edilizia scolastica. In questo settore il Comune di Empoli ha già appaltato i lavori per la nuova scuola 'Pascoli', progetto per il quale, peraltro, ha già ottenuto un finanziamento statale, in arrivo nelle casse comunali tramite la Regione Toscana, pari a due milioni, su l'importo complessivo di 4,2 milioni.

«Lo spazio di spesa è stato concesso per tutto l'importo richiesto che corrisponde al valore delle opere che saranno effettuate nel 2016. Empoli - spiega l'assessore al bilancio Andrea Taddei - ha prontamente colto questa opportunità ed è risultato uno dei pochi Comuni italiani ad aver ricevuto il 100% del valore richiesto. Va sottolineato che non si tratta di un'erogazione di un contributo, bensì di un beneficio contabile che il Comune d Empoli potrà utilizzare per il rispetto del saldo competenza. In pratica i 497.500 spesi dal Comune non saranno conteggiati ai fini del saldo, permettendo così di contabilizzare altre spese. Si tratta di un importante incentivo a realizzare investimenti relativi a opere già programmate».

Il decreto firmato dal Premier permette agli enti locali di escludere dal calcolo del pareggio di bilancio gli interventi di edilizia scolastica. Il decreto autorizza un'operazione che coinvolge oltre 1500 enti locali per oltre 3500 interventi. Era stato lo stesso Renzi ad annunciare l'operazione con una lettera inviata ai sindaci d'Italia in cui si anticipava l'apertura del termine per chiedere lo sblocco delle risorse disponibili nelle casse degli enti ma bloccate da vincoli di bilancio. Il Comune di Empoli ha subito sfruttato questa opportunità ottenendo più possibilità di manovra e gravando meno sugli equilibri del saldo dando maggior respiro a quello che sarà il saldo di competenza finale.

Il contenuto e’ stato pubblicato da Comune di Empoli in data 28 aprile 2016. La fonte e’ unica responsabile dei contenuti. Distribuito da Public, inalterato e non modificato, in data 28 aprile 2016 10:39:58 UTC.

Il documento originale e’ disponibile all’indirizzo: http://www.comune.empoli.fi.it/comunicati/index.asp?INCLUDI=2016/4/renzi_pascoli.htm

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro