Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Ispezione strutturale sul ponte: chiuso per due giorni

Il ponte sul fiume Elsa a Granaiolo, nel comune di Castelfiorentino

Castelfiorentino: era già off-limits da giugno per i mezzi pesanti. Giovedì 13 e venerdì 14 settembre stop completo al traffico dalle 7 alle 17 

CASTELFIORENTINO. Ponte chiuso, per poter eseguire in sicurezza le necessarie ispezioni strutturali del ponte sul fiume Elsa, all’altezza di Granaiolo.

Il ponte sulla Sp 108 sarà chiuso al transito veicolare per due giorni – giovedì 13 e venerdì 14 settembre – dalle ore 7 alle 17. Il provvedimento, adottato dalla Metrocittà in relazione ai lavori di completamento della variante alla Sr 429 – Lotto IV, si è reso indispensabile per fare le suddette ispezioni, tramite una piattaforma by bridge, cioè sottoponte. Sarà comunque garantito il transito ai mezzi delle forze dell’ordine, dei vigili del fuoco, del 118 e di soccorso in genere.

Il ponte che verrà ispezionato è stato già oggetto di altri provvedimenti, relativi al mese di giugno. In quel caso venne interdetto il passaggio ai mezzi pesanti sopra i trentacinque quintali, causando anche dei disagi alle attività che insistono in quella zona (dato che il medesimo divieto c’è anche per l’attraversamento a Molin Novo).

Pur essendo un piccolo ponte, è comunque fondamentale per la viabilità di quest’area del territorio empolese, dove la vecchia 429 e la nuova la fanno da padrone. Non si parla certo di un ponte medievale, ma di un’infrastruttura costruita negli anni 60. Che però, come tanti altre strutture di questo tipo, dimostra più degli anni che ha e non lascia dormire sonni tranquilli.

Già nel 2001 il ponte era stato interdetto al passaggio di veicoli che superavano una certa lunghezza. Nei mesi scorsi i tecnici della Città Metropolitana hanno effettuato dei rilievi sulla struttura del ponte, per verificarne le condizioni. Sono stati realizzati dei carotaggi nel calcestruzzo che però hanno dato dei riscontri negativi. Far passare dei mezzi pesanti è stato ritenuto non sicuro per la sicurezza degli utenti della strada e dello stesso ponte, che poteva non reggere al passaggio di camion (e grossi trattori). Poi nel frattempo è sopraggiunta la terribile tragedia di Genova, col crollo del ponte Morandi, che ha acceso un’infinità di campanelli d’allarme in tutta l’Italia, relativi alle condizioni di ponti, strade e viadotti.