Quotidiani locali

decisione della metrocittà 

Chiude la piscina di Castello dopo il sopralluogo dell’Asl

Servono lavori di adeguamento Il presidente dell’Asd: «Questa decisione ci mette in ginocchio» Il sindaco: «Reperiremo gli spazi negli impianti di zona»

CASTELFIORENTINO

«Prendiamo atto della decisione di Città Metropolitana di chiudere l’impianto natatorio “Piscina Azzurra” di Castelfiorentino, per il tempo necessario all’effettuazione dei lavori di adeguamento ad alcune recenti normative, rilevati necessari a seguito di un sopralluogo dell’Asl». Così l’amministrazione comunale in un comunicato stampa. «Dopo l’iniziale e comprensibile doccia fredda provocata da una simile notizia, tanto più all’avvio della nuova stagione sportiva e dell’anno scolastico (la piscina, di cui Città Metropolitana è proprietaria, è un impianto collegato all’istituto superiore Enriques), ci siamo adoperati per valutare la situazione e per assicurarsi che i lavori siano fatti bene e presto insieme a Metrocittà, che si è presa l’impegno di utilizzare questo periodo di stop non soltanto per l’adeguamento richiesto, ma anche per rendere più efficiente l’impianto sportivo, inserendo un migliore impianto antiincendio e soprattutto procedendo all’omologazione della piscina ai requisiti Coni-Fin-Fina. Questo farà sì che alla riapertura l’impianto potrà ospitare competizioni sportive di livello, ma soprattutto essere un ambiente maggiormente adeguato alle ambizioni della società sportiva “Asd Castelfiorentino Nuoto e Pallanuoto” , un fiore all’occhiello della nostra comunità che esce pesantemente penalizzata da questa temporanea chiusura e a cui l’amministrazione comunale esprime tutta la propria vicinanza».

«Siamo rimasti letteralmente spiazzati – aggiunge Giuliano Salvi, presidente dell’Asd – da questa notizia, inattesa e che ci mette davvero in ginocchio, visto l’imminente avvio della stagione agonistica. Rischiamo che alla riapertura dell’impianto la nostra associazione non riesca a ripartire, se non troveremo nel frattempo soluzioni alternative per dare continuità ai nostri tesserati».

«Sono fiducioso – chiude il sindaco Alessio

Falorni – che da questo imprevisto riusciremo a venirne fuori con un impianto migliore, grazie all’impegno che Metrocittà ha preso. Il nostro principale obiettivo è aiutare l’associazione, reperendo spazi in impianti limitrofi che consentano di proseguire l’attività». —



TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro