Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La regina di Vitolini è la schiacciata con l’uva

VINCIUn’idea nata per fare qualcosa di diverso, che alla fine è diventata una tradizione. La schiacciata con l’uva di Vitolini – che sabato e domenica verrà servita alla sagra – è un punto fermo...

VINCI

Un’idea nata per fare qualcosa di diverso, che alla fine è diventata una tradizione. La schiacciata con l’uva di Vitolini – che sabato e domenica verrà servita alla sagra – è un punto fermo della tradizione culinaria locale, grazie all’intraprendenza della Compagnia degli Ortacci di Vitolini:«L’idea – racconta Paola Morini della Compagnia – venne al presidente di allora, Maurizio Pini. Pensò che fosse importante offrire qualcosa che non c’è da altre parti, così virò sulla schiacciata co ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VINCI

Un’idea nata per fare qualcosa di diverso, che alla fine è diventata una tradizione. La schiacciata con l’uva di Vitolini – che sabato e domenica verrà servita alla sagra – è un punto fermo della tradizione culinaria locale, grazie all’intraprendenza della Compagnia degli Ortacci di Vitolini:«L’idea – racconta Paola Morini della Compagnia – venne al presidente di allora, Maurizio Pini. Pensò che fosse importante offrire qualcosa che non c’è da altre parti, così virò sulla schiacciata con l’uva, che viene da Vinci. E’ una ricetta che con queste caratteristiche è unica». La ricetta è toscana è prevede di lavorare l’uva a mano, fare l’impasto, riempire la schiacciata e cuocerla in forno; per questa fase ci vogliono oltre 3 ore. E anche nella domenica appena trascorsa – in occasione dell’evento finale di Un’altra Estate – la schiacciata è andata a ruba (l’ha mangiata anche il figurante di Leonardo). Questo mentre sulle colline circostanti si consumava il sacro rito della vendemmia che offre la materia prima da cui questa “magia” ha origine da ormai 20 anni. Per gli appassionati – ma anche per i curiosi – l’appuntamento è per sabato e per domenica, con la due giorni di sagra a Vitolini. Per le due cene - sia quella "contadina" che quella "col delitto" - è obbligatoria la prenotazione al numero 0571584067. —