Quotidiani locali

Vecchio ospedale, via alle verifiche. Poi maxi-cantiere da 9 milioni 

Progetto Hope, la sindaca di Empoli: «A giorni partiranno i lavori» Il Comune dovrà finire tutti gli interventi entro il 2021

EMPOLI. Il progetto Hope entra nel vivo e nelle prossime settimane partirà il primo lavoro, che dovrà portare di qui ai prossimi due anni e mezzo alla realizzazione di un piano di innovazione e riqualificazione urbana da quasi nove milioni di euro.

Con una determina di pochi giorni fa, infatti, è stato affidato un incarico per la verifica dello stato di conservazione del complesso dell’ex ospedale di via Paladini. In sostanza verranno effettuate indagini sul luogo, saggi sulle murature, sui solai e sulle fondazioni. Un atto necessario e propedeutico a far partire la progettazione definitiva ed esecutiva che è già stata affidata alla fine dello scorso aprile per un importo di quasi 140mila euro. Progettazione che riguarderà il recupero di una porzione dell’ex San Giuseppe, che verrà adibita a spazi per attività collettive: sale per il coworking, caffetteria e spazio ristoro, corti e connessioni pubbliche. «Le indagini conoscitive – si legge nella determina – sono funzionali all’avvio della fase di progettazione esecutiva affidata esternamente, per cui sono da realizzarsi in tempi brevi per non ritardare la stesura del progetto in questione».

L'ex Sert di Empoli ospiterà casa...
L'ex Sert di Empoli ospiterà casa della salute e condominio solidale


Intanto, a differenza di quanto annunciato inizialmente dalla stessa amministrazione comunale la scadenza per il completamento dei lavori è passata dal 2020 al 2021. Un anno in più che la giunta dovrà sfruttare al meglio per evitare di perdere i fondi messi a disposizione dalla Regione in regime di cofinanziamento per il cosiddetto “Home of people and equality”.

I lavori previsti per l’ex ospedale di via Paladini riguarderanno il restauro e il risanamento conservativo, oltre all’ecoefficientamento del complesso, che porteranno alla realizzazione vera e propria degli spazi. Per questo la progettazione definitiva ed esecutiva è stata affidata ad un raggruppamento temporaneo di professionisti, composto dall’architetto Fabrizio Rossi Prodi (come soggetto capogruppo mandatario) e altri. L’importo è stato fissato in un totale di poco meno di 136mila euro.

Ma oltre a quelli all’interno dell’ex ospedale San Giuseppe, il progetto Hope aprirà cantieri anche in altre zone del centro storico. A partire dagli spazi aperti nel complesso della biblioteca comunale. A confermare che l’avvio della riqualificazione è alle porte è stata la stessa sindaca di Empoli, Brenda Barnini, nel commentare l’impegno profuso dall’amministrazione comunale sul rilancio del centro stesso. «Tra le altre cose – spiega – abbiamo progettato la ristrutturazione dell’ospedale vecchio, dell’ex Sert, di piazza del Popolo, la biblioteca, via Leonardo da Vinci portando a casa 7 milioni di euro tra finanziamenti regionali ed europei. Tra qualche giorno il primo di questi cantieri prenderà il via e tutti i lavori dovranno essere conclusi entro il 2021».

L’altro grande pezzo del progetto Hope riguarderà proprio l’immobile che fino a pochi anni fa ospitava il Sert in piazza XXIV Luglio e che attualmente versa in stato di abbandono, in attesa di essere risanato. Anche in questo caso è già stato fatto un bando per l’affidamento della progettazione esecutiva dell’intervento per un importo di poco inferiore a quello messo sul piatto per l’ex ospedale di via Paladini. Nel complesso dell’ex Sert saranno adibiti la casa della salute (al piano terra) e un condominio solidale (ai piani superiori), nel quale saranno ospitate tra le ventiquattro e le ventotto persone con particolare riguardo ad anziani e giovani coppie con spazi comuni di condivisione. —


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro