Quotidiani locali

Migranti "puniti" a Castelfiorentino, Mugnaini sarà processato

Il gestore del centro di accoglienza è stato rinviato a giudizio insieme a due operatori

CASTELFIORENTINO. Il gestore di un centro di accoglienza per immigrati di Castelfiorentino, Stefano Mugnaini,  è stato rinviato a giudizio dal gup di Firenze con l'accusa di aver aggredito due migranti nel suo ufficio il 12 febbraio 2016. Con lui a processo anche due addetti del centro.

Le accuse contestate, a vario titolo, sono quelle di rapina, lesioni aggravate e calunnia. Secondo quanto è emerso nel corso delle indagini, coordinate dal pm Leopoldo De Gregorio, i due migranti sarebbero stati picchiati da Mugnaini con un manico di scopa. Uno perché avrebbe contravvenuto a regole della struttura, e l'altro perché stava riprendendo 'la punizione' col suo telefono cellulare. I due migranti, uno originario del Gambia e l'altro della Guinea Bissau, non saranno parte civile nel processo, poiché nel corso dell'udienza preliminare hanno accettato la proposta di risarcimento dei danni avanzata dai legali degli indagati. La prima udienza del processo è  fissata per il 3 maggio 2019.
 

LEGGI ANCHE: Cooperativa fattura 3 milioni con i profughi, 2 inchieste e 17 vertenze

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro