Quotidiani locali

fucecchio

La guerra d’agosto a pusher e criminali: al setaccio attività, strade e boschi

Controlli senza sosta dei carabinieri: denunce e droga sequestrata. E la task-force continua

FUCECCHIO. Il mercato della droga, non si ferma, i pusher non vanno in vacanza. E le forze dell’ordine fanno altrettanto. Anzi, aumentano gli sforzi. Nei boschi, sulle strade, all’interno dei bar e delle attività commerciali, con controllo a tappeto praticamente quotidiani, con due obiettivi: il primo è quello di contrastare un fenomeno, quello dello spaccio, che aveva letteralmente conquistato alcune aree del Fucecchiese; il secondo è garantire una maggiore sicurezza ai cittadini, che oltretutto si sentono rassicurati dalla presenza delle pattuglie.

Un piano portato avanti dagli uomini della stazione di piazza Montanelli, con la regia della compagnia di Empoli e il supporto dei militari dei reparti fiorentini, in attesa che decolli definitivamente il progetto della tenenza, che porterà automaticamente una decina di carabinieri in più nella città del Palio. Il presente, intanto è fatto, di spacciatori che controllano i boschi delle Cerbaie, e di forze dell’ordine che fanno di tutto per rendere loro la vita impossibile, attraverso blitz costanti e pattugliamenti capillari, che in questi mesi hanno portato ad arresti, denunce, “accampamenti” abusivi distrutti, clienti segnalati, droga sequestrata.

Certo, la battaglia contro coloro (soprattutto nordafricani) che controllano il supermarket delle sostanze stupefacenti (qui si possono trovare hashish, marijuana, eroina e cocaina), è tutt’altro che vinta. Ma i risultati sono evidenti, sia in termini sul fronte del contrasto alla droga, sia su quello dell’individuazione dei clandestini. E il report dell’attività delle prime due settimane di agosto lo conferma. Le attenzioni dei carabinieri si sono concentrate, in particolare, sulla zona di Galleno e delle Cerbaie, attraverso un monitoraggio costante delle aree considerate a rischio, accompagnato da un incremento dei servizi quotidiani, in tutte le fasce orarie, con l’aiuto delle unità antidroga del nucleo cinofili e della compagnia di intervento operativo di Firenze. I risultati, se da una parte sono confortanti, dall’altra testimoniano quanto l’organizzazione sia ramificata e strutturata, grazie a una clientela che arriva qui da tutto l’Empolese ma anche dalla Valdinievole.

Due giovani sono stati denunciati perché trovati in possesso di una dose di cocaina e oltre cinquanta grammi di hashish che avevano appena acquistato nel bosco (dove i pusher sono stati messi in fuga dai militari); altri due sono stati segnalati. Inoltre sono stati sequestrati 110 grammi di droga (tra cocaina e hashish). E poi, sempre nell’ambito degli stessi controlli, sono state denunciate quattro persone perché irregolari sul territorio italiano. Anche questo grazie ai 58 servizi esterni effettuati in quindici giorni (con 126 unità messe in campo dal comando provinciale), che hanno permesso di estendere i controlli alle attività commerciali e ai pubblici esercizi (alcuni di questi anche più volte), soprattutto per verificare chi li frequenta.

Insomma, la strategia sta dando

frutti. E allora il dispositivo di sicurezza, ormai collaudato, sarà ulteriormente rafforzato e i controlli continueranno nei prossimi giorni, anche con l’obiettivo di garantire ai cittadini la massima tempestività d’intervento in caso di necessità. 


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro