Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Contributi a 20 famiglie così il Comune taglia le liste d’attesa nei nidi

Convenzione coi privati grazie a fondi europei e regionali L’ente sborserà fino a 400 euro al mese per ogni bimbo

montelupo. Asili nido: grazie a risorse regionali e del Fondo sociale europeo è possibile rispondere alle esigenze delle famiglie che sono in lista di attesa.

Il Comune di Montelupo Fiorentino, infatti, ha risposto ad un bando della Regione che, grazie a risorse proprie e del Fondo, permette di intervenire a sostegno delle famiglie e dell’infanzia.

Da alcuni anni le risorse europee, statali e regionali «sono un valido sostegno – sottolinea in un comunicato stampa l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Paolo Masetti – per migliorare e sviluppare i servizi educativi rivolti all’infanzia, nella prospettiva da un lato di assicurare un servizio universalistico e dall’altro di favorire l’entrata nel mercato del lavoro delle donne».

Le risorse saranno in parte stanziate per la gestione indiretta dei servizi: sostegno alle amministrazioni nella copertura delle spese di gestione dei servizi conferita mediante appalto o concessione; tali risorse permettono di mantenere invariate le tariffe per un reale accesso ai servizi mantenendo la qualità degli stessi.

In parte, invece, le risorse saranno utilizzate a sostegno dell’offerta di servizi educativi per la prima infanzia privati accreditati mediante convenzionamento, attraverso l’acquisto di venti posti dai nidi privati al fine di far scorrere la lista di attesa e rispondere alle esigenze di un maggior numero di famiglie.

Le strutture private che hanno risposto alla chiamata pubblica e si sono dichiarate disponibili a stipulare una convenzione per riservare dei posti-bambino finanziati da tali risorse sono l’Allegra Brigata di via Vecchia Chiesa 2 e l’Angolo Azzurro di via Gramsci 45; entrambi i nidi accolgono bambini dai dodici ai trentasei mesi.

In base a quanto indicato dalla Regione Toscana, verranno cancellati dalla lista d’attesa del Comune di Montelupo Fiorentino i bambini che frequenteranno un nido privato accreditato, grazie al finanziamento.

Come previsto dal bando, l’importo massimo a carico del Comune per l’acquisto di un posto bambino presso i nidi privati ammonta a quattrocento euro mensili (nel box a fianco la guida per richiedere il contributo).

«La quota mensile a carico del genitore/tutore, che lo stesso dovrà versare al nido privato – spiega ancora l’amministrazione comunale montelupina – sarà uguale o superiore all’importo massimo della tariffa prevista per i nidi comunali (tariffa mensile + eventuale tariffa giornaliera diciannove giorni /media mensile) a parità di condizioni economiche del richiedente per la medesima tipologia di servizio comunale e per lo stesso orario di frequenza». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.