Quotidiani locali

Atc, dopo le perizie gonfiate arrivano tre assunzioni

L’Ambito territoriale di caccia 4 della Toscana pubblica i bandi per la selezione. Il presidente: faremo le valutazioni dei danni all’agricoltura col nostro personale

EMPOLI. Da una brutta storia potrebbe nascere presto un’opportunità di lavoro. E forse l’inizio della rinascita per un ambito territoriale di caccia (Atc) come il 4 della Toscana. È di quasi due mesi fa la notizia di due indagati nell’inchiesta della procura fiorentina per perizie ritenute gonfiate effettuate per quantificare danni all’agricoltura dovuti dagli ungulati e risarciti, appunto, dagli Atc. Questa attività di consulenza è stata fatta per gli Atc 4 e 5 della Toscana, la procura indaga sui conti del 2016 e e del 2017. Ma dall’Atc 4 arriva la notizia che i contratti con i due indagati, che operavano in una società, sono stati oggetto di risoluzione. E, in attesa di sviluppi, sono stati pubblicati bandi per l’assunzione di tre figure professionali: un tecnico faunistico, un tecnico agronomo e un amministrativo. «Basta consulenze – ha detto il presidente dell’Atc 4, Pietro Terminiello – Torneremo a fare le perizie con nostro personale».

Finito il tempo delle esternalizzazioni per un servizio che ha sempre creato notevoli polemiche nel mondo dei cacciatori. Coi soldi di mezzo non si scherza. Ma spesso le gestioni hanno creato buchi di bilancio difficili da ripianare, se non con azioni nette e decise. Gli Atc 4 e 5, per esempio, fino allo scorso agosto erano un solo ambito. Poi c’è stata la divisione con 300mila euro di disavanzo complessivo. Tra il commissariamento dell’Atc 5 e le dimissioni del predecessore di Terminiello all’Atc 4, ora il mondo venatorio dei territori fiorentini ha bisogno di un cambio di registro netto.Ecco, quindi, che sono arrivate le decisioni al 4, dov’è stato previsto anche lo stop al pagamento dei debiti nei confronti dei due indagati, in attesa di conoscere meglio gli sviluppi dell’inchiesta portata avanti dalla magistratura. Ma quello che maggiormente colpisce, e fa ben sperare per un radicale cambiamento, è rappresentato dalle assunzioni previste di tecnici specializzati. I bandi, uno per ciascuna figura professionale, sono pubblicati sulla pagina Internet dell’Atc 4 e prevedono la scadenza dei termini per l’invio della candidatura per il 18 luglio. L’assunzione sarà a tempo determinato inizialmente, ma l’intenzione dei responsabili dell’Ambito territoriale di caccia è di prolungare il rapporto, se le cose andranno bene, fino al tempo indeterminato.
Da una vicenda amara e ancora lontana dall’essere risolta a una nuova opportunità di lavoro, magari per giovani volenterosi di farsi le ossa e puntare a un posto fisso in un ente pubblico. «È quello che speriamo – dice Terminiello – Già il fatto di essere intenzionati ad assumere tecnici specializzati per questa delicata attività, indica la voglia che

abbiamo di cambiare strada rispetto al passato. Sia chiaro che non vogliamo influenzare le indagini, di cui aspettiamo l’esito. Ma abbiamo nominato un nostro legale, perché in questa storia siamo parte lesa e dobbiamo tutelare la nostra posizione e quella dei nostri iscritti».
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro