Quotidiani locali

Derubato con la scusa del bacio

Un uomo di Santa Maria vittima di una donna all'apparenza incinta. E' l'ultimo di una serie di episodi a Empoli

EMPOLI. Stava facendo lo stesso tragitto di tutti giorni, per andare a consegnare delle buste della spesa, vicino al suo negozio di alimentari a Santa Maria. Un’azione fatta mille altre volte, insomma, ma che stavolta finisce in maniera diversa. Mentre sta camminando sul marciapiede di via Lucchese (con una busta della spesa per ogni mano) vede avvicinarsi una donna, che gli dice “Dammi un bacino”. L’uomo – un 70enne – le dice di spostarsi, impaurito che gli potesse rubare la spesa. La donna, che all’apparenza sembra incinta, si avvicina comunque e in un baleno gli sfila dal collo la catenina d’oro, a cui era attaccata la fede nuziale. Poi si dà alla fuga, facendo perdere le proprie tracce. È accaduto l'otto giugno, a Santa Maria di Empoli, ad un 70enne titolare di un alimentari, quando erano circa le 10. L’anziano non ha rincorso la donna e nella giornata di ieri è andato a denunciare l’episodio al commissariato di Empoli. Quella vissuta dell’anziano è una beffa assoluta, perché quella collanina e quell’anello di matrimonio erano gli unici monili rimasti dopo che cinque anni fa la sua casa era stata svaligiata (e la cassaforte smurata). L’anziano portava la fede al collo perché gli dava fastidio al dito; sicuramente è stato prima “studiato” e poi seguito dalla donna che è entrata in azione. Quello, infatti, è il tragitto che fa praticamente tutti i giorni, per consegnare le spese a chi gliele ha ordinate. Per questo viene da pensare ad un colpo studiato nei minimi dettagli. E il modus operandi della donna – che non si sa se incinta davvero o no – è quello che viene quasi sempre utilizzato in questi casi: con una scusa il malvivente (spesso di sesso femminile), si avvicina all’anziano con una scusa, magari una semplice domanda. Si “guadagna” la sua fiducia per quei secondi che gli servono per “abbracciarlo” e strappargli chirurgicamente la catenina dal collo. In alcuni casi la vittima si accorge di essere stata appena derubata (come ieri), in altri lo nota solo quando arriva a casa e davanti allo specchio vede che gli manca qualcosa. Nei giorni scorsi la polizia di Empoli ha diffuso la foto di una donna con “l’abitudine” di rubare rolex o

monili d’oro. Ma, almeno in questo caso, la donna coinvolta non è quella di cui è stata recentemente diffusa la foto. Che è anche un male, perché vuol dire che ci sono altre persone che mettono in pratica questo schema collaudato e “crudele”, visto che vengono sottratti i ricordi di una vita.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro