Quotidiani locali

Coppia di anziani aggrediti dagli inquilini morosi

Montespertoli, schiaffi e minacce per strada a marito e moglie: «Quella famiglia occupa la nostra casa>

MONTESPERTOLI. Una coppia di ottantenni aggredita dai propri inquilini. L'aggressione con spintoni e schiaffi è stata denunciata alcuni giorni fa ai carabinieri di Montespertoli dalla proprietaria dell'immobile in cui la famiglia di inquilini risiede dallo scorso novembre, ma senza pagare il canone da ormai quattro mesi.«Dal gennaio scorso la famiglia a cui avevamo dato in affitto l'appartamento di Montespertoli non paga più – racconta Anna Maria Gasparri Rossotto – per questo ho già provveduto a rescindere il contratto e anche tutte le utenze. Per questo alcuni giorni fa mi ero recata, insieme a mio marito, a controllare se ancora l'abitazione fosse occupata e in quell'occasione sono stata aggredita malamente con spinte, minacce e schiaffi. Tutto è avvenuto per strada, di fronte alla casa, e molte persone hanno assistito alla scena. Mio marito, che soffre di cuore, si è sentito male ed è stato trasportato al pronto soccorso con l'ambulanza».

L'inferno della donna è cominciato proprio alla fine dello scorso anno, quando consigliata da alcuni conoscenti, aveva concesso l'abitazione in affitto ad una famiglia del paese. Le prime avvisaglie di quello che sarebbe successo si erano manifestate dopo poco con le prime telefonate di protesta. Poi da gennaio gli inquilini non hanno più pagato né il canone di locazione, né le utenze che erano intestate alla proprietaria di casa. «In tutto mi sono dovuta accollare mille euro per le bollette – continua la donna - mentre devon o ancora saldarmi quattro mesi di affitto. Avvalendomi della legge 392 del 1978, che regola le locazioni transitorie, ho potuto far decadere il contratto per morosità attraverso l'Agenzia delle Entrate, dopo aver inviato due raccomandate di avviso agli inquilini. Non avendo ricevuto risposta ho staccato anche le utenze».

A quel punto Anna Maria Gasparri Rossotto è tornata nell'abitazione per verificare se fosse stata lasciata libera. Ma lì ha trovato la famiglia che si è scagliata violentemente contro i proprietari. «Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri, che erano stati chiamati da alcuni residenti che avevano visto tutto – prosegue – e così hanno raccolto la mia denuncia. Noi ci sentiamo vittime di una truffa perché queste persone si permettono di violare in ogni modo la legge senza per questo

pagarne le conseguenze. Non per altro l'abitazione risulta ancora occupata. Si tratta di comportamenti reiterati che nessuno ha mai voluto denunciare. Ma io non sono intimidita e vorrei che una comunità coesa e solidale come quella di Montespertoli battesse un colpo di fronte a tutto ciò».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori