Quotidiani locali

Nuova lapide per Aladino simbolo della Liberazione

Sarà inaugurata domani a Granaiolo per sostituire quella sfregiata con la svastica Pranzi partigiani, cortei, concerti e ricostruzioni storiche in tutto l’Empolese Valdelsa

EMPOLI. Manca un giorno al settantatreesimo anniversario della Liberazione d’Italia e Comuni e associazioni sono pronte a celebrare come si deve questa importantissima ricorrenza della storia italiana.

La nuova lapide. A Castelfiorentino, ad esempio, sarà una giornata nel segno di Aladino Bartaloni, giovane castellano che venne impiccato nel giugno 1944 al passaggio a livello di Granaiolo, in seguito ad un’operazione di rallestramento avvenuta all’indomani del conflitto a fuoco di Collepatti. Il 25 aprile coinciderà con l’inaugurazione della nuova lapide alla memoria di questo giovane operaio di Coiano (in sostituzione della vecchia ormai irrimediabilmente danneggiata e sfregiata con una svastica), che ebbe solo la sventura di trovarsi nel luogo e nel momento sbagliato. La celebrazione della ricorrenza, prenderà il via oggi con la premiazione del concorso “Come vedo il 25 aprile” (10ª edizione), in programma nell’auditorium dell’ istituto Enriques (alle 11) con la partecipazione degli studenti e dei giovani Anpi di Castelfiorentino, Poggibonsi e San Gimignano. A seguire, domani (alle 12.30) il “pranzo partigiano” organizzato dall’Anpi (info e prenotazioni: Silvia 339 1165723). Nel pomeriggio, dalle 16, la partenza da piazza Gramsci del corteo automobilistico per la deposizione delle corone di alloro a cippi e monumenti: Nello Niccoli (cimitero comunale), Aladino Bartaloni (Granaiolo), Caduti in guerra (Castelnuovo d’Elsa) e Mario Bustichini (Dogana). A conclusione del corteo automobilistico, le autorità faranno ritorno in piazza Gramsci per la deposizione delle corone di alloro al monumento a Cesare Manetti e a quello ai caduti.

Celebrazioni unitarie. Ripetendo l’esperienza avviata lo scorso anno, i comuni di Capraia e Limite, Cerreto Guidi, Montelupo Fiorentino e Vinci celebreranno in modo congiunto il 25 aprile. La mattinata di domani sarà destinata alla deposizione delle corone d’alloro in onore dei caduti per la libertà presso lapidi e monumenti dei quattro comuni interessati. In particolare alle 9.30 a Montelupo, in piazza Salvo D’Acquisto; alle 10.15 a Capraia Fiorentina, in via Corti al monumento commemorativo; alle 10.45 a Limite sull’Arno, in via Gramsci al monumento dedicato alle vittime di tutte le guerre; alle 11.15 a Cerreto Guidi, in piazza Vittorio Emanuele II; alle 11.30 a Lazzeretto in via 2 Settembre; alle 12 a Stabbia, in piazza XXIII agosto; alle ore 12.45 a Sovigliana in piazza della Pace. Il programma proseguirà alla casa del popolo di Spicchio dove alle 13 è previsto il pranzo della Liberazione. Con il ricavato del pranzo verrà data la possibilità a uno studente in più di partecipare al viaggio di studio ai lager nazisti. Nel pomeriggio, l’intensa giornata continuerà a Vinci e Montelupo. In particolare nella città di Leonardo è prevista con partenza alle 16 da Santa Lucia, la passeggiata al Tribbio di Rio, mentre alle 18 si terrà sotto il leccio di Faltognano la “Merenda in musica”, a cura del Centro di Formazione e Cultura Musicale. A Montelupo, dalle 16, al parco dell’Ambrogiana, concerti, stand delle associazioni e merenda partigiana. Prevista inoltre la ricostruzione storica del bombardamento di Montelupo del luglio 1944 da parte dell’associazione “Linea gotica pistoiese onlus” con presenza di veicoli storici e comparse in divise d’epoca.

Le iniziative a Empoli. L’associazione partigiani non poteva mancare e questo è il programma delle celebrazioni di domani a Empoli: alle 9 sarà celebrata la santa messa in suffragio ai caduti nella collegiata di S. Andrea. Alle 9.45, da piazza Farinata degli Uberti, partirà il corteo commemorativo per la deposizione delle corone in piazza del Popolo, XXIV Luglio, in piazza del Convento a Santa Maria e nella frazione di Fontanella (le ultime due tappe con mezzi propri). Alle 13, i pranzi antifascisti, alla casa del popolo di Santa Maria (prenotazioni al 3357556921 oppure 057182728) e Monterappoli (prenotazioni al 3394293031). Infine “Serravalle Resistente”: l’evento vedrà la partecipazione di numerose associazioni presenti nell’Empolese Valdelsa. Sarà possibile rinnovare la tessera Anpi e firmare la petizione “Mai più fascismi”. Sempre a Empoli, organizza il Pd locale, al circolo Arci di Casenuove la senatrice Monica Cirinnà - prima firmataria della legge sulle unioni civili – sarà ospite del pranzo (prenotazioni 0571 700023 oppure 0571 929395).

Fucecchio e Certaldo. Nella terra dell’Eccidio si parte alle 10.30 col ritrovo di autorità, associazioni e corpo musicale in piazza Amendola. Alle 11 corteo per le vie cittadine, alzabandiera e deposizione di una corona al monumento ai caduti in piazza XX Settembre. Al termine concerto del corpo musicale “Mariotti - La Primula”. A Certaldo, invece, si punta sulla natura e sul teatro, grazie a Comune, Anpi ed istituto comprensivo. Questo il programma di domani: alle 8 deposizione della corona al monumento dei caduti del Fiano (piazza Gasparri), alla presenza della “Filarmonica Giuseppe Verdi” di Marcialla; seguirà la messa (alle 9) nella chiesa di San Tommaso Apostolo, in suffragio dei caduti; alle 10 in piazza Boccaccio ritrovo di tutte le autorità ed associazioni per la partenza del corteo per le vie del centro, fino a piazza della Libertà, dove sarà deposta la

corona ai caduti. Alle ore 11 al cinema teatro multisala Boccaccio, celebrazione dell’anniversario con la presentazione dei lavori degli alunni delle terze e la performance “Senza distinzione – La Costituzione ci rende liberi”, a ingresso libero. (m.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro