Quotidiani locali

salute

Pediatria, bloccati gli appuntamenti

Il consigliere Pd sulla situazione dell'ospedale a Empoli: «Ad aprile arrivano nuovi medici»

EMPOLI. La mancanza di personale, dopo l'attività ambulatoriale di ematologia, colpisce anche la specialistica di pediatria. Appuntamenti bloccati e la Asl costretta a correre ai ripari con unità dirottate al San Giuseppe da altri ospedali dell'area e straordinari per il personale in servizio. «Ma con la chiusura del concorso per medici dell'Asl Toscana Centro – assicura il consigliere regionale ed ex sindaco di Capraia e Limite, Enrico Sostegni – presto la situazione tornerà alla normalità». E intanto non si placano le polemiche per i costi dei servizi e le liste di attesa. In questi giorni a tenere banco due segnalazioni che riguardano le visite geriatriche a domicilio e gli appuntamenti di cardiologia.

«Dal punto di vista della carenza di personale è da riconoscere che il personale al momento in forza all'azienda sanitaria è stretto e lavora sodo – afferma ancora Sostegni – ma gli ultimi disagi legati ad ematologia e a pediatria sono da imputare ad assenze improvvise e immediate. In sostanza, oltre ad alcune malattie, ci sono state diverse maternità che hanno richiesto un intervento tempestivo da parte dell'azienda e la situazione sta tornando alla normalità. Questo, va detto, è stato possibile anche grazie all'accorpamento delle Asl nella struttura di area vasta perchè avere un dipartimento unitario ha permesso di spostare alcune unità da altri ospedali». Le sostituzioni, infatti, sono state fatte con pediatri provenienti dalla ex Asl fiorentina e hanno permesso di tamponare un'emergenza che, però, sta colpendo sempre più reparti. Ematologia, dicevamo, dove sono state sospese le visite di ambulatorio da febbraio. Alla fine del mese scorso risale la segnalazione di un uomo di 81 anni, residente a Vinci, che fu costretto ad fare una visita a pagamento in intramoenia dallo stesso medico che lo aveva seguito tramite Asl dopo che il suo appuntamento era stato cancellato. E adesso è toccato a pediatria. «Ci risulta che all'ospedale San Giuseppe stanno annullando le visite specialistiche di pediatria – attacca Marco Cordone della Lega – nonostante da circa un anno sia entrata in vigore una corsia preferenziale per le persone disabili. Le visite verrebbero annullate a causa di una carenza di personale medico in servizio, legata alle assenze per maternità e malattia e anche al mancato ricambio dei medici che vanno in pensione. Non vorremmo che per tutti questi motivi il nuovo ospedale si dequalificasse, dato che quando la struttura aprì doveva essere un'eccellenza».

I disagi arrivano, peraltro, in concomitanza con l'annuncio da parte della stessa giunta regionale e dei vertici della sanità toscana del piano che prevede un taglio della spesa da 45 milioni di euro di qui al 2020, che toccherebbe l'Asl Toscana Centro per oltre 10 milioni. Una misura imposta da una legge nazionale del 2006 che impone una riduzione della spesa per il personale fino ad arrivare sotto i livelli del 2004. «L'Asl, comunque, sta già pianificando assunzioni e non c'è stato un blocco del turn over – prosegue Sostegni – per quanto riguarda Empoli spesso i disagi si verificano a causa delle molte attività ambulatoriali che altrove non sono presenti e per le quali c'è un bisogno alto di professionisti

in servizio. E poi va considerato che negli ultimi mesi sono stati fatti notevoli passi avanti per la sanità del territorio. Uno su tutti è la nomina di cinque primari che finora mancavano: penso al pronto soccorso, cardiologia, otorinolaringoiatria, gastroenterologia e urologia».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro