Quotidiani locali

Vai alla pagina su Basta violenza sulle donne
Dipendente violenta una ragazza nella discoteca dove lavora

Dipendente violenta una ragazza nella discoteca dove lavora

L'aveva chiusa in un piccolo magazzino abusando di lei. Testimonianze e immagini delle videosorveglianza hanno permesso alla polizia di ricostruire i fatti e arrestarlo

FIRENZE. Il dramma si era consumato in uno stanzino di un noto locale fiorentino. Era il 23 settembre scorso, vittima una giovane studentessa. Chiusa dentro e violentata da chi quel posto lo conosceva bene.

Ma nella mattinata di martedì 6 febbraio per il suo aguzzino sono scattate le manette. Lo ha arrestato la polizia di Firenze, in eseguito a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip Anna Liguori  su richiesta della procuratore Giovanni Solinas. A finire in carcere un cittadino albanese di 22 anni.

Le indagini della squadra mobile della questura di Firenze, avviate immediatamente dopo la denuncia della giovane vittima, ha trovato subito i primi riscontri sia nelle testimonianze degli amici della studentessa, che nelle immagini di videosorveglianza del locale dove il gruppo di studenti aveva trascorso la serata. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori della sezione reati contro la persona, il giovane albanese, a Firenze per motivi di studio, la sera del 23 settembre si era avvicinato alla vittima per un primo approccio. Approfittando anche dello poca lucidità di lei, che aveva bevuto qualche alcolico, l’ha presa per un braccio e l’ha condotta in un magazzino - vicino alla postazione del deejay - che conosceva bene in quanto dipendente del locale (sia pure a nero e quella sera nel suo giorno libero).

Qui, dopo aver chiuso la porta, ha costretto la vittima ad avere il rapporto sessuale, nonostante le sue resistenze e il tentativo di intervento degli amici della ragazza che avevano assistito

alla scena e, da fuori, bussavano insistentemente nel tentativo di far aprire quella porta. Subito dopo è uscito dallo stanzino, dileguandosi e facendo perdere le proprie tracce.

Il 22enne albanese si trova ora nel carcere di Sollicciano, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon